urbanistica

Il futuro della ZAI storica? Deciso oltre trent’anni fa

Il futuro della ZAI storica era stato  deciso oltre trent’anni fa. Dal piano Barbin della fine degli anni ’80, durante l’ultima amministrazione del sindaco Sboarina, al piano Mancuso dei primi anni 2000, alle ipotesi del professor Trame, per finire con il metodo di delegare le scelte di pianificare il territorio agli operatori privati dell’era Tosi, le diverse giunte hanno sempre cercato di proporre destinazioni urbanistiche che gratificassero le operazioni immobiliari, trascurando le esigenze degli abitanti.

Urbs Capta. Due testimonianze su città, territorio e beni comuni

Le deroghe alle leggi urbanistiche, la privatizzazione del patrimonio pubblico, la mancanza di un progetto urbano che tenga conto dell'interesse collettivo  sono temi fondamentali per il presente e il futuro delle nostre città. Gli Ordini professionali degli Architetti, Avvocati e Ingegneri di Verona invitano i loro iscritti, le istituzioni, le associazioni e i cittadini alla conferenza dibattito: Urbs Capta. Due testimonianze su città, territorio e beni comuni.