Trasporti

Più che un regionale il treno Adria-Venezia è un carro bestiame

“Un carro bestiame, con meno carrozze di quante ne servirebbero e i viaggiatori costretti a rimanere in piedi persino nei bagni. Il tutto nella settimana più calda dell'anno. E i pendolari lanciano l'idea di obliterare il biglietto solo se soddisfatti del servizio”. Questo è quanto dichiarato da Patrizia Bartelle, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, che questa mattina ha raggiunto Venezia con il treno 2768 in partenza da Adria alle 7.10 e si è trovata ancora una volta di fronte a una situazione insostenibile.