terrorismo islamico

Souheir Katkhouda: Oltre il terrore voce alle donne musulmane

Souheir Katkhouda è un punto di riferimento per le donne musulmane in Italia e non solo. Siriana, nata ad Aleppo ma residente da anni a Milano, si ritrova in prima linea a contrastare la paura che nasce, all’indomani delle stragi e degli eventi di Colonia, nei confronti di una religione, la sua, che vuole la pace; si riscopre a dover ancora diffondere messaggi di rispetto, in tempi scuri in cui non è facile far sentire la propria voce.

Oltre il terrore voce alle donne musulmane con Souheir Katkhouda

Martedì 1 marzo, per I martedì del Mondo la conferenza Oltre il terrore voce alle donne musulmane, ospite della serata Souheir Katkhouda presidente Associazione Donne Musulmane d’Italia.

Attacco terroristico a Parigi

Dichiarazione di Franca Porto e Onofrio Rota
Segretaria Generale e Segretario Generale Aggiunto Usr Cisl  Veneto

La Francia nella sua città di Parigi è stata colpita da un attacco terroristico di una potenza mai vista. La follia criminale del fondamentalismo islamista continua ad accanirsi contro una delle grandi capitali dell’Europa libera e pacifica.

Reti Pacifiste e disarmiste: Guerra e intervento militare non sono soluzione per la martoriata Libia

Testo congiunto diffuso da Rete della Pace, Campagna Sbilanciamoci, Rete Italiana per il Disarmo sul conflitto in Libia e sulle possibili strade per costruire pace e sicurezza per le popolazioni di quel paese.

Per Charlie Hebdo insieme in Piazza Dante

"Dopo i fatti di terrorismo che hanno causato 12 morti al Charlie Hebdo di Parigi, siamo convinti  che la strada da proseguire sia quella dell'apertura e del confronto. Tutti gli atti terroristici hanno  sempre comportato restrizioni alle nostre libertà personali e collettive.
Ci ritroveremo quindi sabato 10 gennaio alle 17.00, in Piazza Dante, per commemorare, riflettere e confrontarci."

La manifestazione è indetta da Cgil Cisl e Uil, Arci e Radio Popolare Verona.

Noi siamo Charlie Hebdo

E’ di dodici morti il bilancio dell’assalto terroristico di mercoledì mattina contro la sede di Charlie Hebdo, a Parigi. Tra di essi nomi illustri di disegnatori come Wolinski, Tignous, Charb e Cabu.

Noi non siamo tra quelli che agitano i titoli come se fossero drappi rossi per i tori nell’arena. Prendiamo questo atto terroristico come un atto funzionale a mettere bavagli, a ridurre in silenzio chiunque osi pensarla in maniera diversa e magari anche irriverente.