Salvatore Mulas

Il coordinamento veronese di Avviso Pubblico ha incontrato il prefetto

Questa mattina una delegazione di Avviso Pubblico, composta dal Coordinatore nazionale Pierpaolo Romani, dal Coordinatore per la provincia di Verona e Sindaco di Fumane, Mirco Frapporti, da Roberto Fasoli, referente tecnico-organizzativo del Coordinamento delle Regioni, dal Sindaco di Valeggio sul Mincio e Vicepresidente di Anci Veneto, Angelo Tosoni, dall’assessore del Comune di Bussolengo, Stefania Ridolfi e dall’as

Consiglio di Stato conferma interdittiva antimafia della Prefettura di Verona nei confronti di GRI.KA Costruzioni

Ad un anno e mezzo dalla adozione da parte del Prefetto di Verona, Dottor Salvatore Mulas, il Consiglio di Stato - in sede di appello, al termine di un controverso iter giudiziario -,  ha confermato l’intero impianto dell’informazione antimafia “interdittiva” emessa nei confronti della GRI.KA COSTRUZIONI Srl, impresa specializzata in strutture in cemento armato e storicamente gestita da una famiglia di origine calabrese da tempo stabilitasi in provincia di Verona.

Infiltrazioni mafiose, il Prefetto di Verona interdice un'altra azienda di autotrasporti

Il Prefetto di Verona, Salvatore Mulas, adotta un'altra interdirettiva antimafia nei confronti di un'impresa che ha sede in provincia. Si tratta della VEROTRANSPORT Srl di Nogarole Rocca, azienda di autotrasporti gestita da un imprenditore 31 enne di origine calabrese, già colpito poche settimane fa da un altro provvedimento di informazione interdirettiva antimafia, emesso nei confronti della società ALBI SERVICE & NOLEGGI Srl di Sommacampagna, di cui l'imprenditore è contitolare.

Interdittive antimafia nei confronti di due aziende di autotrasporti nel veronese

Il Prefetto di Verona, Salvatore Mulas, adotta altre due interdittive antimafia nei confronti di imprese aventi sede in provincia. Si tratta della ALBI SERVICE & NOLEGGI S.r.l. sita a Sommacampagna e della A.G.L. GROUP S.r.l.s. sita a Nogarole Rocca, due aziende di autotrasporti recentemente trasferitesi dalla Calabria e gestite - a vario titolo - dai componenti di una famiglia di origine calabrese insediatasi a Verona.