#resistenza

Quell'aula vuota davanti ai bambini... resistere all'indifferenza

La foto della prima pagina sul Corriere della Sera del 25 aprile ci mostra le scolaresche accolte dai banchi vuoti del Parlamento, mentre è in atto la discussione (?) sui morti italiani all'estero.
Vuoto al centro, come a destra, come a sinistra.
Immagine di una desolazione assoluta e la nostra Resistenza si scontra con l'idifferenza sempre più diffusa, ed evidente, non solo delle italiane e degli italiani che hanno perso la capacità di indignarsi, ma anche di una classe politica che ha smarrito da tempo il sentimento della vergogna.

25 aprile la desolazione della manifestazione ufficiale

Cerimonia desolante quella messa in scena questa mattina a Verona in occasione delle celebrazioni ufficiali del 25 aprile. Gran spolvero di militari, pochissimi politici e men che meno quelli comunali. Poca pure la gente in corteo da piazza Bra a Piazza delle Poste ed alla Sinagoga. La banda dei vigili urbani non ha certo aiutato interpretando marcette insulse oppure, in Piazza delle Poste, la Canzone del Piave. Solo alla commemorazione della medaglia d'oro Rita Rosani, una succinta esecuzione di Bella Ciao.

È festa d'Aprile: Notturno Partigiano

Ottima partecipazione questa notte a Notturno Partigiano, iniziativa di Radio Popolare Verona e Fagiani nel Mondo. In una cinquantina di persone ci siamo recati a Monte Comun per festeggiare la Festa di Liberazione attorno al monumento dedicato a Rita Rosani, donna, combattente partigiana, ebrea uccisa con un colpo alla nuca il 17 settembre del 1944, dopo uno scontro a fuoco con le squadracce nazidfasciste.