referendum

La consulta boccia il referendum sull'articolo 18

La consulta boccia il referendum sull'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. Quesito inammissibile a differenza degli altri due. Libertà di manovra, dunque, ai datori di lavoro che potranno licenziare senza vincolo alcuno o quasi.
Tutto diventa denaro, pagabile e acquistabile. Anche diritti e dignità delle persone.

Agostino Mondin

A Verona tutti in piazza dei Signori per la sfida per i diritti con CGIL

Domani, venerdì 10 giugno, Radio Popolare Verona trasmetterà in diretta, da Piazza dei Signori, la grande sfida per i diritti, evento organizzato da Cgil Verona a sostegno della raccolta firme per la Carta dei Diritti Universali del Lavoro e per i tre referendum su licenziamenti, appalti e voucher.

Speciale lavoro e diritti: la Carta dei diritti e i referendum Cgil

Inizia una serie di speciali dell'informazione che Radio Popolare Verona dedica al tema del lavoro e dei diritti. Un'occasione per approfondire le proposte CGIL relative alla Carta dei Diritti Universali e ai tre referendum sul lavoro.

Carta dei diritti universali del Lavoro

E’ iniziata sabato 9 aprile in tutta Italia la raccolta di firme lanciata dalla Cgil a sostegno della Carta dei Diritti Universali del Lavoro e dei tre referendum relativi a licenziamenti, appalti e voucher.
A Verona la raccolta firme ha toccato Verona, Legnago e Caprino.

Dal Comitato veronese 7 buone ragioni per votare SÌ il 17 aprile 2016

 Il 17 aprile 2016 il popolo italiano sarà chiamato a votare per il Referendum contro le Trivelle in mare.

Nel raccapricciante silenzio delle Regioni, inclusa quella Veneta, che hanno promosso il referendum e nell’altrettanto vergognoso invito del governo Renzi a disertare le urne, associazioni, comitati, studenti, sindacati, nonché singole cittadine e cittadini e rappresentanti della società civile di Verona hanno costituito il comitato “Vota sì per fermare le trivelle”.

POSSIBILE. Punti raccolta firme a Verona della campagna referendaria promossa da Civati

Mancano circa tre settimane allo scadere del termine per la raccolta firme della campagna referendaria promossa da Pippo Civati, ex esponente di spicco del Partito Democratico, fondatore del movimento politico Possibile, epigono italiano dello spagnolo Podemos.

Basta divano, ritorna SOVRANO. Tour referendario con Verona POSSIBILE

Pagine