politica

Graziano Delrio incontra i veronesi

Lunedì 16 maggio 2016 alle ore 18.00 il Ministro Graziano Delrio sarà in visita a Verona per un  incontro pubblico presso la Sala conferenze dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Verona in Via Santa Teresa 12, per un confronto e parlare di opere e infrastrutture strategiche per la città: alta velocità, TPL e interporti.

L'elezione a sindaco di Londra di Sadiq Khan segno di speranza

L'elezione a sindaco di Londra di Sadiq Kahn è un segno di speranza, da più punti di vista.

Ci dice che un musulmano può essere un democratico, smentendo la retorica di destra che ritiene le due cose incompatibili.

Che le differenze etniche si armonizzano se i valori civili si traducono in opportunità sociali.

Che la violenza delle minoranze escluse si previene con l'integrazione basata su una buona istruzione.

Che la frustrazione che alimenta il terrorismo si disinnesca con la dignità generata dalla giustizia sociale.

Preparandosi alle amministrative: proposte per cambiare le politiche locali

Il 5 giugno 2016 più di 1300 comuni saranno coinvolti nelle elezioni amministrative. Sbilanciamoci! pubblica per prepararsi un e-book dove affronta il tema della città e del governo urbano. Sbilanciamo le città presenta dati e analisi, idee e soluzioni per un cambiamento radicale, concreto e possibile delle politiche locali.

Radio Popolare Verona non dimentica

Nella notte tra il 30 aprile ed il 1°maggio del 2008 venne pestato a sangue Nicola Tommasoli. La sua morte arrivò nel tardo pomeriggio del 5 maggio.
Radio Popolare Verona non dimentica, non vuole dimenticare. Coloro che garantirono coperture politiche e pratiche per mantenere un clima cittadino pesantissimo sono ancora ai loro posti di comando, magari con giacca e doppiopetto. Allora come oggi il sindaco era Flavio Tosi, quello che qualcuno vorrebbe far passare come moderato.
Radio popolare Verona non dimentica e tiene d'occhio i camaleonti.

Dopo le cene eleganti arrivano le telefonate incaute

Dopo le cene eleganti ecco arrivare le telefonate incaute, ardite parafrasi, la prima di un ancora recente passato la seconda fresca di conio, con le quali superare gli imbarazzi causati dall'agire di chi detien

Costituito il Comitato veronese per il NO al Referendum sulle riforme Costituzionali

Si è costituito anche a Verona il Comitato a sostegno della campagna per il No al Referendum sulle riforme costituzionali, sul quale le cittadine e i cittadini italiani saranno chiamati a pronunciarsi il prossimo autunno.

Vi aderiscono esponenti di diverse organizzazioni, appartenenti ad ANPI, CGIL, ARCI, Movimento Nonviolento, IVRES, Federconsumatori, circolo Fratelli Rosselli, Verona Left, SEL e Sinistra italiana, Rifondazione Comunista, Possibile, L’Altra Verona, Radio Popolare, nonché alcune componenti del Partito Democratico e amministratori.

Ri-Costruire Sperimentare Ri-Appropriarci: discussione aperta per una rialfabetizzazione politica

Rivolta il debito/Communia Verona invita a partecipare all'ultima discussione aperta per una rialfabetizzazione politica per affrontare i nodi della crisi, ma anche per raccontare le tante possibilità che si possono aprire.

Rifondazione: i progetti di Verona Polis parte integrante di una visione di città che è progetto comune

Fiorenzo Fasoli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista commenta gli interventi di Giorgio Massignan e di VeronaPolis in vista delle amministrative del 2017

 Sono sinceramente convinto che occorra ringraziare Giorgio Massignan per i suoi preziosi interventi  in vista delle elezioni comunali di Verona del prossimo anno.

Cancellata la legge regionale a tutela di Rom e Sinti

Con 34 voti a favore e 12 contrari è stata cancellata la legge regionale n.54 del 22 dicembre 1989. Questa legge, “Interventi a tutela della cultura dei Rom e Sinti”, è stata abrogata con il voto favorevole della Lega Nord, Zaia Presidente, Lista Tosi, Area Popolare, Fratelli d'Italia, Forza Italia e 4 consiglieri del Movimento 5 Stelle. Voto contrario dei consiglieri regionali del Pd, Moretti Presidente e di Patrizia Bartelle del Movimento 5 Stelle.

Pagine