politica

Il Senato approva il disegno di legge contro il caporalato in agricoltura

Il Senato ha approvato l’1 agosto il disegno di legge per il contrasto al caporalato e al lavoro nero in agricoltura. Il provvedimento ha l'obiettivo di rafforzare l'azione di contrasto alla diffusione del fenomeno criminale dello sfruttamento dei lavoratori con un intervento organico e coordinato delle Istituzioni. Ora la norma passa all'esame della Camera dei deputati.

L' Alfa(gia)no bifronte

La legge sulla tortura per ora non si farà. Lo ha deciso il ministro Alfano, uno dei paladini per la difesa della vita e della persona quando si parla di famiglia, maternità e aborto. E' incredibile come un ministro che si ammanta sempre della bandiera della cattolicità e del rispetto della vita e della persona si dimentichi di tutto ciò nel caso della tortura. Pensare che avremmo dovuto solo rispondere ed adeguarci ad una direttiva europea. Nulla di strano, nulla di eccezionale, dunque.

A 15 anni dal G8 di Genova l’Italia non ha ancora una legge sul reato di tortura

A 15 anni dai fatti del G8 di Genova l’Italia non ha ancora una legge sul reato di tortura. Il Senato, infatti, ieri ha sospeso, a data da destinarsi, l’esame del disegno di legge. La decisione è stata presa dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama su richiesta di Forza Italia, Lega Nord e Conservatori e Riformisti.

Matrimonio all'orizzonte tra Tosi e Pd?

Michele Croce, candidato sindaco del movimento Verona Pulita, interviene sulle ultime notizie che vedono l'attuale sindaco di Verona molto vicino a Renzi e alle posizioni del Pd dopo i flirt con Alfano.

"Prima va ai banchetti del Partito Democratico a firmare per il referendum, poi dichiara che se fosse a Roma voterebbe Giachetti, candidato del Pd. La domanda che rimane è: a quando la tessera del partito per il sindaco di Verona?"

Femminicidio: "Adesso tocca a voi!" l'appello rivolto agli uomini

"Adesso tocca a voi!" ecco l'appello rivolto agli uomini dall'associazione Isolina e… firmato da Telefono Rosa, Il filo d'Arianna, Circolo della Rosa.
La Redazione di Radio Popolare Verona si unisce e sottoscrive l'appello.

Michele Croce: " Tosi vada a casa subito!"

"Verona in emergenza e Tosi pensa solo a se stesso e al suo futuro. Non aspetti maggio, vada a casa subito!"

Michele Croce, eletto nel 2012 nella lista Tosi e ora candidato sindaco del movimento Verona Pulita, chiede al sindaco di dedicarsi pure alla faccende private, ma di lasciare subito la poltrona di Primo cittadino.
Croce: «Credo nel modello Tosi e sono eletto nella sua lista. Poi scopro che non è oro tutto ciò che luccica...».

L’appello della fio.PSD e di Avvocato di Strada ai sindaci italiani

Diritto alla Residenza e Diritto al Voto
#dirittoalvoto

Il prossimo 5 giugno si svolgeranno le elezioni amministrative per il rinnovo delle cariche di 1.368 comuni in tutta Italia. Da questo importante momento per la vita del Paese rischiano di essere escluse le oltre 50 mila persone che vivono in strada secondo l’ultima rilevazione fatta da Istat in collaborazione con fio.PSD (Federazione Italiano Oganismi per le Persone Senza Dimora).

Pagine