politica

Perché No lo spettacolo di Marco Travaglio a Caselle di Sommacampagna

Lo spettacolo teatrale Perché No. Tutte le bugie del Referenzum di e con Marco Travaglio, affiancato dall'attrice Giorgia Salari, sarà in scena all' Auditorium “Mirella Urbani” a Caselle di Sommacampagna, lunedì 3 ottobre alle 21.

Ingresso €15.00 - posti limitati

Data: 
Lunedì, 3 Ottobre, 2016 - da 21:00 a 22:30

Perché No lo spettacolo di Marco Travaglio sul referendum costituzionale a Caselle di Sommacampagna

Lo spettacolo teatrale Perché No. Tutte le bugie del Referenzum di e con Marco Travaglio, affiancato dall'attrice Giorgia Salari, sarà in scena all' Auditorium “Mirella Urbani” a Caselle di Sommacampagna, lunedì 3 ottobre alle 21.

Il futuro della ZAI storica? Deciso oltre trent’anni fa

Il futuro della ZAI storica era stato  deciso oltre trent’anni fa. Dal piano Barbin della fine degli anni ’80, durante l’ultima amministrazione del sindaco Sboarina, al piano Mancuso dei primi anni 2000, alle ipotesi del professor Trame, per finire con il metodo di delegare le scelte di pianificare il territorio agli operatori privati dell’era Tosi, le diverse giunte hanno sempre cercato di proporre destinazioni urbanistiche che gratificassero le operazioni immobiliari, trascurando le esigenze degli abitanti.

La qualità del sistema socio-sanitario veneto traballa

Pubblichiamo la lettera inviata da Cgil Cisl e Uil del Veneto al Presidente della Regione Veneto, al Presidente del Consiglio Regionale, e ai Capigruppo Consiliari della Regione del Veneto sul tema della riforma della Sanità e Pdl 23. Tema che provoca una situazione di stallo producendo effetti negativi sulla qualità del sistema socio-sanitario veneto.

Ex Arsenale Asburgico, lettera aperta al Sindaco di Verona

Riceviamo dal Comitato Arsenale di Verona il testo della lettera inviata al Sindaco, alla Giunta e all'intero Consiglio Comunale di Verona e che esprime, tutta la preoccupazione e le perplessità sul futuro di questo monumento storico. Infatti il valore dell'Ex Arsenale non è solo quello storico-architettonico, la partita in gioco è molto ampia. Il valore è culturale, ambientale, territoriale, politico.

Giù le "Manni" dall'Arena di Verona! L'Arena va gestita, non venduta

"Ricordiamo ancora la scioccante proposta da parte del trio Manni-Maccagnani-Lambertini di privatizzare l'Arena, offrendo solo i tre mesi estivi di opere con maestranze assunte con contratti a termine e l'allestimento delle scenografie affidato a cooperative private. Ora Manni torna alla carica e conferma la nostra teoria: Verona oggi è in vendita e tutto ha un prezzo".

Quale scenario politico per la Verona del futuro

Tra qualche mese a Verona ci saranno le elezioni amministrative e VeronaPolis, quale osservatorio territoriale, nutre non poche preoccupazioni sul futuro urbanistico della nostra città.

Tra le forze politiche non si sta discutendo di programmi e delle eventuali differenti valutazioni sul futuro di Verona. Le segreterie politiche dei partiti presenti in Consiglio, che hanno superato la barriera del silenzio, si sono limitate a valutare solamente le possibili alleanze elettorali.

E le previsioni sulle possibile alleanze si basano sui risultati delle ultime elezioni a Verona.

Il sense of humor del sindaco Tosi

Del sindaco Tosi è impossibile non apprezzare almeno una virtù: lo straordinario sense of humor.

Che dopo questi 9 anni alla guida della città, lui… proprio lui!… abbia fondato il partito del FARE! (con quell’impareggiabile punto esclamativo!) è oggettivamente esilarante.

E irresistibile è anche lo slogan: “il momento di FARE! è adesso” che spiega, con una battuta, strizzando l’occhio a cercare complicità, il perché, sin qui, non ha fatto: non era il momento!

Verona Amministrative 2017: ipotesi di alleanze

Il clima politico a Verona inizia a riscaldarsi. La temperatura del dibattito si sta alzando in modo inversamente proporzionale a quella climatica che tende al fresco autunnale. Non aiutano a rinfrescare il clima i silenzi assordanti della segreteria provinciale del P.D. e neppure le reazioni, i distinguo e gli interventi degli esponenti dei partiti e dei gruppi politici di sinistra.

Pagine