parentopoli municipalizzate

Nuova telenovela veronese: pubblico e privato di Sandro Tartaglia, Direttore Generale Agec, nel racconto delle Fiamme Gialle al PM

La cronaca cittadina riporta: «Incontri nei bar con legali rappresentanti di ditte in affari con Agec, uova di Pasqua e colomba che un impresario è andato a consegnargli direttamente a casa sua, nella sua residenza di via Anzani in Borgo Trento, "capatine" che lui stesso faceva da una “lucciola cinese”, visite a Palazzo Barbieri».

E poi telefonate, tante, tante. E tutte, per quattro mesi, ascoltate in presa diretta e registrate, dagli investigatori della Guardia di Finanza.

Zardini:"A Verona, immediata chiarezza!"

Le vicende giudiziarie degli ultimi mesi che hanno visto amministratori veronesi e dirigenti di aziende partecipate diventare protagonisti di una bruttissima pagina per la città, destano la più viva preoccupazione.
Ferma restando la presunzione di innocenza fino a condanna definitiva, le misure restrittive ordinate fanno presagire atti e fatti di concreto pericolo e pongono molti quesiti su come sia stata gestita la cosa pubblica nella nostra città.

La lettera di dimissioni di Vito Giacino

Come era prevedibile, le dimissioni del il vicesindaco Vito Giacino, nonché assessore comunale all'Urbanistica, sarebbero legate al presunto scandalo che lo coinvolge assieme alla moglie.
Clicca QUI http://www.radiopopolareverona.com/?q=content/dimissioni-di-vito-giacino per vedere e leggere la lettera di dimissioni che il sindaco Flavio Tosi, si è visto consegnare a mano dal suo stesso vice.