Papa Francesco

Per una ecologica globale

Verso una conversione ecologica globale” a partire dall’enciclica «Laudato si’» di Papa Francesco è la Lectio magistralis di S.E. Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI, che si tiene sabato 24 settembre, alle ore 10.30 all'auditorium Verdi di Veronafiere, viale del Lavoro 8, Verona

Interverrà l’On. Giuseppe Castiglione, Sottosegretario di Stato del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Modera l’incontro Francesca Fialdini, giornalista e presentatrice RAI

Il fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, Maurizio Pallante a Verona

Venerdì 4 dicembre a Verona, Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, presenterà e approfondirà il testo papale “Laudato Sii. Sulla cura della casa comune”, evidenziandone gli aspetti in comune con i valori del Movimento. La nuova Enciclica di Papa Francesco,infatti, è un documento straordinario per la sua capacità di intercettare i problemi globali che riguardano anche l’Italia del nostro tempo.

Laudato si' convegno sulla cura della Casa comune

Sabato 3 ottobre a partire dalle 10, presso la Sala convegni della Gran Guardia, in piazza Bra a Verona, un importante Simposio intorno alla Lettera Enciclica di Papa Francesco sulla cura della Casa comune.
I relatori Gianni Tamino, Lidia Menapace, Cristina Simonelli, Guidalberto Bormolini, Giannozzo Pucci, Gabriella Falcicchio aiuteranno i partecipanti a fare una lettura laica e religiosa dal punto di vista ecologico, teologico, filosofico.

Schiavi o fratelli?

Papa Francesco ci invita a mobilitarci contro la schiavitù che si va diffondendo nel mondo. Ma l’impresa più difficile sarà liberare gli schiavi che si credono liberi.
Vi proponiamo una riflessione di Flavio Lotti, Coordinatore nazionale della Marcia PerugiAssisi, in occasione della Giornata Mondiale della pace 2015.

Verona, continua l'iniziativa Nonviolenta Per Legalità

Dopo 9 giorni dall'appello per la “giustizia giusta” lanciato ai sindaci della provincia di Verona, nessuna risposta è arrivata.

100ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

Il nostro cuore desidera un "di più" che non è semplicemente un conoscere di più o un avere di più, ma è soprattutto un essere di più.

[...]

Migranti e rifugiati non sono pedine sullo scacchiere dell'umanità. Si tratta di bambini, donne e uomini che abbandonano o sono costretti ad abbandonare le loro case per varie ragioni, che condividono lo stesso desiderio legittimo di conoscere, di avere, ma soprattutto di essere di più.