Massimiliano Loizzi

15 dicembre 1969, Giuseppe Pinelli, io non sono Stato!

Io non sono Stato! 15 dicembre 1969, tre giorni dopo la strage di Piazza Fontana, muore Giuseppe Pinelli "precipitato"  dalla finestra dell'ufficio della questura di Milano dove era trattenuto per accertamenti.

Una pagina buia della nostra storia, purtroppo non un caso unico, e se per piazza Fontana si sono avute cinque istruttorie, per la morte di Pinelli siamo rimasti all’inconcepibile "malore attivo» del 1975" (sentenza istruttoria del giudice istruttore Gerardo D’Ambrosio).

Il Matto, ovvero io non sono Stato

Milano, 12 dicembre 1969. Nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura di piazza Fontana scoppia una bomba facendo strage: 16 morti e 87 feriti. È l'inizio della "strategia della tensione". E dei depistaggi. Le indagini si indirizzano subito verso gli anarchici. Tra i militanti dell'estrema sinistra fermati la sera del 12 dicembre c'era Giuseppe Pinelli. Dopo esattamente 46 anni a Verona la Sobilla, la Biblioteca G. Domaschi e I Mercanti di storie presentano lo spettacolo Il matto, ovvero io non sono Stato.