Luca Zaia

Piero Ruzzante attacca: "La Giunta Zaia non rispetta doveri di trasparenza"

“Il muro impenetrabile che la Giunta Zaia ha alzato sulla trasparenza degli atti va abbattuto: non è accettabile che le delibere approvate e persino gli ordini del giorno delle sedute di Giunta, vengano oscurati e resi noti con ritardi abissali”. L’attacco è del vice capogruppo del PD in Consiglio regionale, Piero Ruzzante, che in una nota denuncia una “situazione di incomunicabilità tra esecutivo e Consiglio che nemmeno nei Comuni più piccoli si verifica”.

Caino caccia Tosi dalla Lega

È ufficiale, Flavio Tosi è stato cacciato dalla Lega dopo 25 anni di militanza. A questo punto ha le mani libere per decidere se e come intervenire nei giochi politici, rompere le uova nel paniere al suo nemico impomatato, Luca Zaia ed provare ad assicurarsi un futuro ancora nella politica.
Secondo alcuni sondaggi, relativi alle elezioni regionali in Veneto, Luca Zaia sarebbe davanti alla Moretti del Pd di 19 punti percentuali; altra fonte di area Pd darebbe Zaia avanti di 9/10punti.

Che fai, mi cacci?

Oggi, forse, sarà la giornata decisiva nella vicenda che vede contrapposti Salvini e Zaia da una parte e Tosi dall’altra. In politica, si sa, nulla è scontato ma alcune certezze le abbiamo raggiunte. La prima è che Flavio Tosi non ha nessun interesse a dare le dimissioni dalla Lega o rinunciare alla sua Fondazione. In questa situazione è meglio per lui essere cacciato in modo da avere le mani libere e le più ampie giustificazioni al suo operato futuro. La seconda sta nel fatto che nei sondaggi, Tosi è accreditato di una percentuale di voto che oscilla tra il 5 ed il 10.

Paróni a casa nostra

Zaia è il candidato della Lega Nord per la poltrona di presidente della regione Veneto alle elezioni del prossimo 10 maggio. Si chiude così la giornata della resa dei conti all' interno della Lega. Il grande sconfitto è il sindaco di Verona Flavio Tosi, segretario nazionale della Liga Veneta. Ci hanno raccontato del voto unanime ma è solo la foglia di fico che cerca di nascondere una sconfitta netta e totale del sindaco di Verona. Con Tosi in grande difficoltà si vedono molti topi che abbandonano la sua nave o sono in procinto di farlo.

La Regione lascia “SCADERE” il Protocollo per la Legalità e contro le infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici

Da un mese il Protocollo non ha validità e non è stato rinnovato.
La denuncia dell’Osservatorio ambiente e legalità di Venezia e di Legambiente: «il Veneto sguarnito da un fondamentale dispositivo di antimafia preventiva. La Regione crede davvero nella necessità della lotta alla mafia?»