inquinamento ambientatle

PFAS oltre i limiti nell’acquedotto di Verona

Acque Veronesi, la società che gestisce l’erogazione dell’acqua potabile nella città di Verona, ha confermato che nei giorni scorsi è stato superato, il livello consentito di PFOS (Perfluoro Ottan Sulfonato) nell’acqua potabile di un pozzo dell’acquedotto cittadino.

È così che si tutela la salute pubblica?

Amia pensa forse che per tutelare la salute pubblica basti un cartello che vieta l'acceso per 24 ore alle aree trattate con il glifosate nella zona tra Via Cesiolo e Via Passo Boule e un "GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE"? Forse, sarebbe meglio anche evitare di respirare in quelle 24 ore, forse sarebbe anche ora di provare a trovare soluzioni diverse.