giulio regeni

25 gennaio 2018, #2annisenzaGiulio: fiaccolata in Piazza dei Signori

Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto.

L’ingiustizia egiziana ai tempi della rivoluzione

Il racconto personale del legame che si instaura tra un regista e un poliziotto rivela le modalità con cui le forze di sicurezza egiziane abusarono dei loro poteri all'interno della capitale e la corruzione dilagante. È quanto ci svela il terzo documentario in programma a Mediorizzonti, Whose country?, del regista Mohamed Siam (Egitto, USA, Francia, 2016, 58’), che sarà proiettato lunedì 23 ottobre alle 20.30.

Festa dei diritti

Diritti per le nostre strade invita ad un pomeriggio conviviale, di dialogo e confronto, tra musica, teatro e immagini, per fare un bilancio del lavoro finora svolto e per toccare alcuni dei nodi critici finora affrontati.
L’appuntamento è domenica 26 giugno, alle 16.00, presso la Casa della Pace "Filippo De Girolamo" (Via Enna 12, Verona).
Per la Giornata Mondiale Contro la Tortura e per Giulio Regeni.

Data: 
Domenica, 26 Giugno, 2016 - da 16:00 a 19:30

Verità e giustizia per Giulio Regeni

Verità in merito all'omicidio del ricercatore Giulio Regeni, chè stato prima torturato e poi ammazzato, è quanto ci aspettiamo dagli incontri tra magistrati e investigatori egiziani ed italiani. Gli incontri, che tutti attendiamo, sono stati fissati in via ufficiale per giovedì 7 e venerdì 8 aprile a Roma, dopo il nuovo voltafaccia del governo egiziano che a questo punto ha veramente detto tutto e il contrario di tutto sulla morte di Regeni.