festival del vittoriale

Il Festival del Vittoriale Tener-a-mente annuncia Cigarettes after sex - in arrivo il 7 luglio a Gardone Riviera

Gardone Riviera

Il Festival del Vittoriale Tener-a-mente annuncia Cigarettes after sex - in arrivo il 7 luglio a Gardone Riviera, Brescia.

Pubblico in aumento e 9 sold-out: il 2016 conferma la crescita di Tener-a-mente, il festival del Vittoriale

festival del Vittoriale

Pubblico in aumento e 9 sold-out: il 2016 conferma la crescita di Tener-a-mente


Continua la tendenza positiva del Festival del Vittoriale Tener-a-mente, che chiude l'edizione 2016 con grande soddisfazione dell’organizzazione e dello staff: il pubblico è cresciuto del 3,5% rispetto al 2015, attestandosi a quasi 16.000 spettatori totali e confermando un indice di riempimento dell'anfiteatro (1470 posti a sedere) vicinissimo al 100%, con una media di 1462 persone a sera.

Pat Metheny e Ron Carter: la prima data italiana del duo al Festival del Vittoriale Tener-a-mente 2016

PM

Anche la prossima estate il Festival Tener-a-mente si prepara a ospitare, nel meraviglioso Anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera, artisti e personalità di fama internazionale.

Paolo Conte @Festival del Vittoriale, Gardone (BS) - Tener-a-mente- Live Report

Paolo Conte

In una serata poco afosa e con una luna gibbosa crescente, il timbro pastoso di Paolo Conte risuona nell'anfiteatro del Vittoriale degli Italiani.

Il cantastorie astigiano apre il Festival del Vittoriale, Tener-a-mente, appuntamento fisso da diversi anni che ha saputo valorizzare un bellissimo complesso architettonico portando sul palco nomi di rilievo e di sicuro interesse.

The National al Vittoriale

Due buone ragioni per farsi piacere i The National: l’attitudine etilica del frontman e l’ottimo gusto in fatto di location per i concerti. Dopo la tappa di Roma alla Cavea dell’Auditorium infatti, la band americana trova accoglienza nel Vittoriale, ospite del festival Tener-a-mente, per chiudere la stagione musicale con il botto. Nonostante il tempo inclemente e le temperature autunnali, il concerto è sold out e l’energia della band – quintetto più due turnisti a fiati/cori/tastiere - riscalda il pubblico fin dall’inizio.

Tener-a-mente: Bobo Stenson, Anfiteatro del Vittoriale

Manfred Eicher, nel descrivere la propria estetica musicale, ha detto che la sua idea di suono è una stanza in penombra, arredata in modo antico, in cui la luce filtra lieve e impalpabile da pesanti tendaggi, creando un effetto di sospensione del tempo. E se pensiamo al pianismo di Bobo Stenson, uno dei musicisti simbolo della scuderia eicheriana , ci sovvengono paesaggi diafani  e malinconici, di una notturna solitudine.

Tener-a-mente: Colin Stetson, Anfiteatro del Vittoriale

La seconda delle tre serate off del Vittoriale è dedicata al talentuoso e acclamato sassofonista Colin Stetson, che con tre album solisti all’attivo (la stupenda trilogia New History Warfare, per cui si parla di terrorismo sonoro..)  e diverse collaborazioni con il gotha della scena rock internazionale ( Tom Waits, Arcade Fire..)  si sta imponendo come una delle promesse del jazz innovativo, capace di fondere stili e generi diversi senza perdere di vista la ricerca sul suono e sulla/e musica/musiche.

Damon Albarn al Vittoriale

albarn

E' sempre rischioso andare a sentire per la prima volta, dopo parecchi anni, uno dei propri idoli adolescenziali. Ero una teenager a metà degli anni novanta e, come una buona percentuale di chi è nato ad inizio degli anni '80, sono stata travolta dall'ondata del brit pop che in quegli anni si traduceva in due nomi assoluti: Oasis e Blur. Il timore, in questo casi, è quello di restare delusi, nel vedere un artista che, in qualche modo, ha significato tanto nei primi passi della nostra cresciuta musicale.