fascismo

Pescantina: neofascisti in libera uscita

La Questura ha dato il via libera alla manifestazione di stasera 1 agosto a Pescantina. I manifestanti sfileranno contro l'arrivo di un gruppo di profughi a Villa Vezza. Residenti ed esercenti sono preoccupati per queste persone che verrebbero ospitate in una zona, a loro modo di dire, troppo centrale.

La Questura ha inoltre negato l'autorizzazione al presidio richiesto da "Veronesi aperti al mondo", favorevoli all'accoglienza dei profughi.

È questa Verona? Una serata per ricordare un picchiatore fascista

È questa Verona? È questa la nostra città? Una città che dedica una serata, in spazi comunali, per ricordare un picchiatore fascista?
Condividendone i contenuti, pubblichiamo il comunicato stampa del Circolo Pink.

ANED: ignoti rubano la targa della sezione veronese

 Ieri nell’aprire la sezione veronese dell’ANED, Associazione Nazionale ex deportati nei campi nazisti, in via Arnolfo di Cambio 17 (zona stadio!) ci siamo accorti che è stata asportata da ignoti la targa in marmo dell’associazione, già oltraggiata da una svastica tracciata in nero con una bomboletta spray nel maggio 2014.

"Verona ai Veronesi" come "8 milioni di baionette"

Sul nostro territorio si aggira uno striscione, pronto ad essere portato ed esposto ovunque i possessori lo ritengano necessario. Si tratta di una sorta di riedizione del fascistissimo “otto milioni di baionette”.  Mi riferisco allo striscione "Verona ai Veronesi" che nelle ultime ore faceva bella mostra di sè anche nella manifestazione di Castel d'Azzano convocata contro il possibile arrivo di un gruppo di profughi. Questi ultimi avrebbero dovuto essere ospitati nell’Hotel Cristallo che la Prefettura avrebbe voluto porre sotto sequestro.

Il saluto fascista è reato

Il saluto fascista, o saluto romano, è reato e come tale va punito. Questa sentenza è della Corte di Cassazione che spiega come questo tipo di gesto si richiami “all’ideologia fascista e a valori politici di discriminazione razziale e di intolleranza“. La Cassazione va anche più in là quando afferma che il saluto romano deve essere punito anche se non espresso durante momenti o episodi di violenza. Insomma, fare il saluto romano/saluto fascista giustifica una sentenza di condanna.

Lezioni sulle deportazioni a cura di ANED Verona

La sezione veronese ANED (Associazione nazionale ex Deportati nei Campi nazisti) in collaborazione con il Dipartimento culture e civiltà dell’Università, l’Ufficio scolastico territoriale e con il contributo del Comune di Verona nella ricorrenza del 70° anniversario della Liberazione dei Campi di concentramento e della fine della Seconda Guerra Mondiale, propone il ciclo ‘Lezioni sulle deportazioni’. Il corso, libero e gratuito, è rivolto primariamente a studenti (che avranno diritto di precedenza nell’iscr