esteri

Nicaragua: 19 luglio 1979, che la memoria non sia breve

Riceviamo e pubblichiamo dall'Associazione Italia Nicaragua, questa memoria ed alcune considerazioni sull'eredità morale e culturale della rivoluzione sandinista del Nicaragua di cui oggi ricorre il 37° anninersario.

Non bisogna osservare la civiltà capitalista nelle città, dove va in giro travestita, ma nelle colonie, dove passeggia nuda" (Carl Marx).

Solo che di quanto avviene nelle "colonie" ce ne dimentichiamo presto.

Sono storie che cadono nell’oblio, ed apparentemente ingessate che parlano solo alla nostalgia e al tempo passato.

Dalle violenze di Boko Haram una crisi umanitaria sempre più grave

I violenti attacchi di Boko Haram stanno causando una crisi umanitaria sempre più grave nell’area del Lago Ciad, in Africa occidentale, dove il flusso di persone sfollate è continuo e su ampia scala. Lo dichiara Medici Senza Frontiere (MSF), che ha équipe mediche in azione in Camerun, Ciad, Nigeria e Niger. L’insicurezza resta l’ostacolo principale alla possibilità di offrire assistenza medica e la stagione delle piogge sta aumentando le sfide logistiche.
 

Grecia: oggi riaprono le banche

Oggi , in Grecia riapriranno gli sportelli degli istituti di credito. Le banche, infatti, sono rimaste chiuse per tre settimane durante i momenti più cupi della crisi che ha colpito il paese e quello di oggi può obiettivamente essere considerato un primo passo verso un lento ritorno alla normalità.

#IoStoConLaGrecia

Come in molte città italiane anche a Verona venerdì 3 luglio dalle ore 18 in Piazza dei Signori è organizzato un presidio in solidarietà con il popolo ed il governo greci sottoposti ai ricatti ed alle minacce delle istituzioni europee.
Lo scontro è chiaro.
O si impongono ancora una volta le dissennate politiche di austerità che hanno devastato le economie dell'area mediterranea oppure si svolta.
La scelta di fondo non è tra euro e dracma, ma tra due tipi di Europa.

Reportage da Gaza, dove niente e nessuno viene risparmiato

Stamattina con i colleghi dell'Associeted Press ho salutato il feretro di Simone Camilli che partiva per Gerusalemme dove la famiglia lo stava aspettando. Come chiesto dai familiari abbiamo fatto in modo che Simone lasciasse Gaza senza "pubblicità". In giornata rientrerà a casa. Dal personale medico e paramedico che si sono attivati per rendere possibile il suo rientro a casa al più presto, mi viene espresso un forte sentimento di vicinanza a tutta la famiglia di Simone e un ringraziamento per il lavoro di informazione che stava facendo.

Simone Camilli

Oggi sono partita presto per andare a visitare gli ospedali della zona centrale della striscia di Gaza, Deir El Balah, El Burej. Doveva essere una giornata per monitorare gli ospedali colpiti dai bombardamenti israeliani e raccogliere informazioni sulle condizioni di vita dei palestinesi dopo 35 giorni di attacchi. Caldo e umido mi hanno accompagnato per l'intera giornata.

A Gaza gli interventi chirurgici si fanno sul pavimento

Comunicato stampa
Ministero della Salute Gaza - Palestina
31 luglio 2014

Interventi chirurgici sanitari sul pavimento.  
Negli ospedali di Gaza si sta operando in condizioni impossibili, con  interventi chirurgici svolti sul pavimento a causa dell’arrivo contemporaneo di  numerosi feriti  dai massacri del parco giochi di Shati Camp, della scuola UNRWA e del mercato Shujeiyah.

Pagine