edizioni paoline

Combonifem presenta La Ragazza del Mar Nero con Maria Tatsos

La sua nonna si chiamava Eratò, come la musa della poesia lirica e del canto corale. Il suo bisnonno, Petros, aveva scelto questo nome affinché fosse beneaugurante, nel caso il secondo arrivo in famiglia fosse stato ancora una bambina. Nonno Petros non badava alla tradizione per cui era una sfortuna avere figlie femmine, e chissà forse Eratò, con quel nome, avrebbe avuto in dono un’arte.