crisi

Riello, Ferroli, Biasi: imprenditori?

I lavoratori e le lavoratrici di Riello, Ferroli, Sime, Cardi, Overmeccanica e Officine Ferroviarie Veronesi si sono riuniti questa mattina, 9 marzo, in Piazza Dante per un presidio organizzato dai sindacati di categoria, Fim, Fiom e Uilm.
Il Termomeccanico, tra lavoratori diretti ed indotto, rappresenta circa 3 mila persone ed è da troppi anni in crisi. Mancanza di idee innovative, assenza di investimenti, attendismi e disinteresse dei proprietari hanno portato il settore al collasso.

Sabato 14 febbraio a Legnago manifestazione lavoratori Riello, Sime, Ferroli

Sabato 14 febbraio si terrà a Legnago la manifestazione dei circa 1.800 lavoratori di Riello Bruciatori, Sime e Ferroli.Sono migliaia di posti di lavoro ad essere a rischio, infattioltre aai lavoratori di queste aziende nella crisi sono coinvolti anche tutti i lavoratori dell'indotto prodotto dalle medesime.

Consumatori Veronesi Credito e Indebitamento

Venerdì 5 dicembre Adiconsum Verona, Lega Consumatori Verona, Adoc Verona e Movimento Consumatori Verona hanno presentato uno spunto di riflessione sui temi legati all’uso improprio del denaro e alla composizione delle crisi da sovraindebitamento.

Non erano un milione...

Sì, la Camusso si è sbagliata. Ieri a Roma non è sfilato corteo di un milione di persone, ma di 987 562. Non un milione ma comunque tanti, in rappresentanza di quei milioni di privilegiati che sono la vera causa dello sfascio di questo Paese. 

TFR in busta paga?

Non è un aumento salariale, né è una diminuzione delle tasse.

Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR), chiamato anche liquidazione, non è altro che “salario differito”, cioè una parte della retribuzione da lavoro dipendente che ogni anno viene messa da parte come risparmio per il futuro, circa una mensilità.

I lavoratori possono scegliere – grazie al Sindacato – se lasciare il TFR in azienda o destinarlo alla previdenza complementare (fondi pensione), al termine del rapporto di lavoro.

8 e 9 maggio: Mobilitazione Generale contro la chiusura della ex Over Meccanica

La settimana prossima si deciderà il futuro delle lavoratrici e dei lavoratori della ex Over Meccanica, storica azienda metalmeccanica di Verona, in crisi già dal 2010. La ditta francese ABK si è tirata indietro rispetto alle promesse di acquisto di un anno fa ed ora la fabbrica veronese pare proprio destinata al fallimento, e le 190 persone che ci lavorano al licenziamento.

Come si esce dalla crisi?

crisi debito forum per una nuova finanza pubblica e sociale verona alegre

Il Forum Nuova Finanza Pubblica e Sociale di Verona lancia un ciclo di incontri pubblici su debito, crisi, privatizzazioni e alternative possibili con tre autori del libro collettivo "Come si esce dalla crisi". Siete tutti invitati!

L’attuale recessione non è legata al fatto che non ci sono soldi. I soldi ci sono, e sono pure troppi. È che stanno tutti dalla parte sbagliata"

Come si esce dalla crisi?

Massimo Castellani: “Il sistema Verona si sta sgretolando”

Il sistema Verona si sta sgretolando sotto i nostri occhi. La Verona delle manifatture industriale, la Verona delle banche, la Verona del benessere diffuso sta scomparendo, lasciando sul terreno aziende chiuse, disoccupati, giovani senza speranza e assenza di un futuro per migliaia di persone. Il tutto nel silenzio più assordante di una classe politica che altro non sa fare che manifestare la propria solidarietà ad imprese e lavoratori.

Pagine