comunicati stampa

Via, forse, con le grandi opere, ma le strade restano rotte

Gli annunci del Sindaco Tosi sull'"imminente" partenza delle grandi opere fanno ormai parte del folclore cittadino. Ma la realtà in cui vivono i veronesi racconta di una città diversa, con le strade sempre rotte e senza soldi per ripristinarle. Un sistema fognario da rifare in molte aree del centro e una cronica difficoltà a manutendere a dovere le infrastrutture esistenti.

Nuova fiducia nel futuro, basta con la cultura della paura

"In tempi di crisi come questo quello che risulta più difficile mantenere è la nostra umanità e il sindaco Flavio Tosi ci mostra con le sue parole proprio di aver perso oltre a questa anche il buon senso. In 5 anni di governo leghista dell'immigrazione per l'espulsione di poche migliaia di persone si sono spesi 100 milioni di euro. Inoltre l'aumento dei tempi di permanenza nei Cie a 18 mesi ha portato un aggravio per le casse dello Stato di120 milioni tra il 2012 e il 2014.

Ikea: ancora speculazioni sulla pelle dei lavoratori

A mia precisa domanda, gli uffici comunali hanno confermato che la trattativa per sull'Ikea a Verona non ha fatto nessun passo in avanti da quel giorno di luglio 2012 (dunque più di un anno e mezzo fa) in cui il Sindaco Flavio Tosi e il vicesindaco Vito Giacino, con il consueto codazzo di promesse e mirabolanti annunci, resero pubblica la proposta di riqualificazione dell'area avanzata dalla società Arena 2010 nel precedente mese di marzo.

KALEIDOsCOPE i vincitori della 33a edizione del Festival di Cinema Africano

La GIURIA UFFICIALE composta dai registi Az Larabe Alaoui, Eléonore Yaméogo e Massimiliano Troiani, ha scelto come vincitori nella sezione:
PANORAMAFRICA
Miglior lungometraggio: LES ENFANTS DE TROUMARON di Harrikrisna & Sharvan Anenden.

Qual è il ruolo delle Commissioni e delle Circoscrizioni?

Civica Attiva  -la lista civica  che lavora  nell’VIII Circoscrizione- si ritira da 8  (su 11) Commissioni dell’VIII Circoscrizione del Comune di Verona, denunciando un modo inconcludente di fare politica.  Le Circoscrizioni vengono svuotate dei loro poteri, sorpassate e/o scavalcate in molti ambiti di competenza. Le commissioni ancora di più. Pensate come strumenti partecipativi, in realtà molte si ritrovano  solo per certificare il lavoro già svolto o decisioni già prese altrove.

L’Anonima Trafori nascosta dalla gonna della burocrazia tosiana

Probabilmente i cittadini non conosceranno mai l’identità dei veri proprietari delle società del passante nord nascosti dalle fiduciarie: l’Anonima Trafori la sta facendo ancora franca. L’Amministrazione Tosi ha comunicato che nomi e cognomi di quanti si nascondono dietro il paravento delle Fiduciarie non saranno resi noti ai veronesi. Evviva la trasparenza!

Focsiv richiama al dovere etico e giuridico dell’accoglienza: un grido contro le morti nel mediterraneo e la globalizzazione dell’indifferenza da Lampedusa

 “Adamo dove sei? Dov’è tuo fratello? Chi è il responsabile del sangue dei morti nel Mediterraneo?” Queste domande poste da Papa Francesco ieri  a Lampedusa ci chiamano in questione, risvegliano le nostre coscienze contro la globalizzazione dell’indifferenza, per ritrovare il senso di responsabilità e la capacità di com-patire, di superare l’anonimato di chi prende decisioni politiche e socio-economiche che causano le tragedie. La persona e la dignità umana devono essere al centro di ogni politica. Questi sono alcuni passaggi del messaggio di Papa Francesco a Lampedusa.

Pagine