Comitata Giordana Bruna

La crociata contro l’“ideologia gender” entra in un corso di formazione al Don Calabria

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa de La ComitatA GiordanA BrunA nella convizione che la teoria del gender sia un’invenzione polemica, un’espressione coniata sul finire degli anni ’90 e i primi 2000 in alcuni testi redatti sotto l’egida del Pontificio consiglio per la famiglia con l’intento di etichettare, deformare e delegittimare quanto prodotto in questo campo di studi.

Chi ha paura del gender?

In questi ultimi mesi gruppi integralisti cattolici, guidati da ideologi profondamente ostili alla costruzione di una società fondata sull'autonomia, l'autodeterminazione e il rispetto di tutte e di tutti, stanno guidando una crociata volgarmente sessista e omo-bi-transfobica. I loro strumenti propagandistici sono la disinformazione e la manipolazione della realtà, dei fatti e della conoscenza scientifica.

ARCOLE e l'integralismo cattolico veneto

Verrebbe da sorridere a leggere l'articolo riportato dall'Arena di sabato 25 luglio, visto che non esiste nessun complotto legato a una fantomatica "teoria del gender", se la notizia non sottointendesse un ricatto vero e proprio: è dunque ora il Comune che decide, facendo leva sui contributi che eroga alle scuole paritarie, cosa va insegnato o meno nelle scuole? Questo compito non appartiene più al ministero dell'istruzione ma a un sindaco e alla sua Giunta?