Carlo Zinelli

Alessandro Anderloni torna al Ristori con Carlo, l’ombra e il sogno

Dopo il tutto esaurito di gennaio, torna al Teatro Ristori Carlo, l'ombra e il sogno, il nuovo monologo di Alessandro Anderloni dedicato alla vicenda umana e pittorica di Carlo Zinelli di cui l’anno prossimo si festeggerà il centenario della nascita.

Doppio l'appuntamento, mercoledì 22 e giovedì 23 aprile alle 21, preceduto al mattino di entrambi i giorni, alle 11, dalla replica dello spettacolo per gli studenti delle scuole di Verona.

Magistrale interpretazione di Alessandro Anderloni in Carlo, l'ombra ed il sogno

Tutto esaurito ieri sera al Teatro Ristori per lo spettacolo "Carlo, l'ombra ed il sogno" portato sulla scena da Alessandro Anderloni. Alcuni minuti di applausi e pubblico in piedi al termine del monologo che narra la vicenda di Carlo  Zinelli, veronese di S. Giovanni Lupatoto,  dal 1947 ricoverato nel manicomio di Tomba, in Borgo Roma diretto dal prof. Cherubino Trabucchi. Dopo 10 anni di non vita, nel manicomio  parte il progetto per un Atelier di pittura all'interno del quale viene coinvolto Carlo Zinelli.

Carlo, l’ombra e il sogno al Teatro Ristori di Verona

Era il 1974 quando, nell’Ospedale di Chievo, moriva uno dei più sorprendenti artisti veronesi del secolo scorso. Quarant’anni dopo, Alessandro Anderloni dà voce alla vicenda umana e artistica di Carlo Zinelli portando in scena il monologo Carlo, l’ombra e il sogno, scritto dallo stesso Anderloni con la collaborazione di Lorenza Roverato.

Data: 
Lunedì, 12 Gennaio, 2015 - da 21:00 a 23:00

Carlo, l’ombra e il sogno. Zinelli rivive nel nuovo monologo teatrale di Alessandro Anderloni

Era il 1974 quando, nell’Ospedale di Chievo, moriva uno dei più sorprendenti artisti veronesi del secolo scorso. Quarant’anni dopo, Alessandro Anderloni dà voce alla vicenda umana e artistica di Carlo Zinelli portando in scena il monologo Carlo, l’ombra e il sogno, scritto dallo stesso Anderloni con la collaborazione di Lorenza Roverato.