amministrative 2017

Matrimonio all'orizzonte tra Tosi e Pd?

Michele Croce, candidato sindaco del movimento Verona Pulita, interviene sulle ultime notizie che vedono l'attuale sindaco di Verona molto vicino a Renzi e alle posizioni del Pd dopo i flirt con Alfano.

"Prima va ai banchetti del Partito Democratico a firmare per il referendum, poi dichiara che se fosse a Roma voterebbe Giachetti, candidato del Pd. La domanda che rimane è: a quando la tessera del partito per il sindaco di Verona?"

Michele Croce: " Tosi vada a casa subito!"

"Verona in emergenza e Tosi pensa solo a se stesso e al suo futuro. Non aspetti maggio, vada a casa subito!"

Michele Croce, eletto nel 2012 nella lista Tosi e ora candidato sindaco del movimento Verona Pulita, chiede al sindaco di dedicarsi pure alla faccende private, ma di lasciare subito la poltrona di Primo cittadino.
Croce: «Credo nel modello Tosi e sono eletto nella sua lista. Poi scopro che non è oro tutto ciò che luccica...».

Rifondazione: i progetti di Verona Polis parte integrante di una visione di città che è progetto comune

Fiorenzo Fasoli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista commenta gli interventi di Giorgio Massignan e di VeronaPolis in vista delle amministrative del 2017

 Sono sinceramente convinto che occorra ringraziare Giorgio Massignan per i suoi preziosi interventi  in vista delle elezioni comunali di Verona del prossimo anno.

“La Verona che Vorrei”. Valutazioni

E’ trascorsa più di una settimana dalla presentazione de: “La Verona che Vorrei” da parte di VeronaPolis e provo a stendere alcune  brevi valutazioni.
Ho notato da parte della persone che hanno assistito alla presentazione e di coloro che, pur non presenti,  hanno avuto modo di esaminare i contenuti dell’evento, la comprensione dello spirito e delle motivazioni che ci hanno spinto a presentare le nostre denunce e proposte. 

La Verona che vorrei, traslazione da sogno a realtà secondo Paolo Ricci

Giorgio Massignan, con il suo osservatorio territoriale Verona Polis, ha certamente dato il proprio contributo al “che fare” della nostra città.  Durante la conferenza-dibattito tenutasi sabato 13 febbraio presso l’Educandato Agli Angeli, la Verona che vorrei è stata tratteggiata sotto diversi profili, quelli appunto che ricadono nella disciplina dell’urbanistica.

La Verona che vorrei

Lo scorso 3 luglio lanciammo l’idea, il progetto, la suggestione, la speranza di “La Verona che vorrei”. Un’idea di Radio Popolare Verona che ha cominciato a camminare all’interno del Popolare Summer Festival 2015. Pensavamo che fosse utile e necessario offrire uno spazio di dibattito all’interno del quale facilitare un confronto ampio ed approfondito su una nuova idea di città.

Human Factor partecipare per cambiare

Sinistra Ecologia Libertà, Verona Left, Possibile, Sinistra Veneta, organizzazioni politiche che a Verona aderiscono, partecipano e collaborano per costruire il nuovo soggetto della sinistra e una piattaforma politica programmatica alternativa al “tosismo” e al neoliberismo, organizzano Human Factor, fattore umano, venerdì 20 novembre dalle 20.45 e sabato 21 novembre dalle 09.00 presso la sede dei Comboniani in Vicolo Pozzo 1 a Verona.

La Verona che vorrei, l'opinione di Paolo Ricci

La Verona che vorrei, encomiabile iniziativa di Radio Popolare Verona che, all’interno della sua campagna d’autunno Eight Days a Week, ha organizzato un incontro a tema tra alcuni dei più noti opinion leaders della città che si battono dall’opposizione: Lorenzo Albi (Legambiente Verona), Michele Bertucco (PD), Giuseppe Campagnari (SEL), Valentina Borasco (Possibile), Fiorenzo Fasoli (PRC), Riccardo Saurini (M5S), Daniele Todesco (CUB Sinda

Pagine