ambiente

Global Climate March

Il 29 Novembre a Verona, in contemporanea con tante altre città del mondo, marcia-fiaccolata, musiche e danze per il clima. Partendo alle 16.30 in corteo dall’Arsenale Austriaco si attraverserà il ponte di Castelvecchio e via Roma per arrivare in Piazza Bra dove proseguirà il presidio sotto Palazzo Barbieri fino alle 18.30. Tutti insieme, in tutto il mondo, per la giustizia climatica!

Urbs Capta. Due testimonianze su città, territorio e beni comuni

Le deroghe alle leggi urbanistiche, la privatizzazione del patrimonio pubblico, la mancanza di un progetto urbano che tenga conto dell'interesse collettivo  sono temi fondamentali per il presente e il futuro delle nostre città. Gli Ordini professionali degli Architetti, Avvocati e Ingegneri di Verona invitano i loro iscritti, le istituzioni, le associazioni e i cittadini alla conferenza dibattito: Urbs Capta. Due testimonianze su città, territorio e beni comuni.

Don Albino Bizzotto a San Giorgio Ingannapoltron

Dal nostro inviato Agostino Mondin

Questa mattina, domenica 27 settembre, a S. Giorgio Ingannapoltron con l'intervento di don Albino Bizzotto  si è aperto  Sensibili ai Licheni , incontro delle associazioni ambientaliste della Valpolicella.
Sala piena.

Sensibili ai Licheni

 

Domenica 27 settembre a San Giorgio Ingannapoltron la Festa delle associazioni, comitati, gruppi locali, persone, di tutti coloro che come i licheni sono sensibili alla natura e si schierano decisamente per la sua conoscenza e la difesa delle sue leggi.

 

IL PROGRAMMA

Data: 
Domenica, 27 Settembre, 2015 - da 09:00 a 22:00

Multimodalità per sostenere l’ambiente

Torna la Settimana europea della mobilità sostenibile, evento paneuropeo che presenta quest’anno come filo rosso quello della multimodalità: i vantaggi dell’utilizzo di differenti tipi di trasporto sostenibili durante lo stesso viaggio, come bici, car sharing e mezzi pubblici.

Mose. Interpellanza del M5S: “Il progetto va rivisto da capo a piedi”

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, hanno sottoposto all'attenzione del governo regionale un'interpellanza sul Mose: la questione, già fondamentale, diventa di stringente attualità in seguito alle notizie sugli incidenti avvenuti nel cantiere del sistema. “Il progetto – sostengono i Cinque stelle - va rivisto sul piano funzionale e tecnico prima di procedere con il completamento dell'opera: è necessario sapere chi ha convalidato la funzionalità del sistema di previsione e firmato gli studi del monitoraggio ambientale.

Quando il bosco lascia spazio ai vigneti

Intendiamo mettervi a conoscenza di come si sta operando  nei confronti del  disboscamento, per la formazione di un nuovo vigneto,  avvenuto in località Cerè di Negrar, azione che ha modificato  la morfologia del territorio in parola che, da rilievo satellitare e dalla mappe del comune, risultava coperta da vincolo idrologico e boschivo.

Pagine