Zazous Quintet @Valigia dei suoni

Venerdì, 17 Giugno, 2016 - da 21:00 a 23:00

La rassegna musicale della Fondazione Centro Studi Campostrini arrivata all’undicesima edizione propone quattro concerti da venerdì 10 giugno a venerdì 1 luglio alle 21 in via Santa Maria in Organo, 4, a Verona. Ingresso intero 15 euro, ridotto 10 euro (studenti con tessera universitaria). I concerti si tengono anche in caso di pioggia e si possono prenotare i posti specificando nominativi e data dello spettacolo di interesse all’indirizzo info@centrostudicampostrini.it.

Venerdì 17 giugno alle 21: Zazous Quintet. Il progetto Zazous Quintet nasce dalla volontà di riportare alla luce i più classici brani manouche, ovvero quella musica creata dal felice incontro tra il caleidoscopico mondo musicale tzigano e il linguaggio del jazz (e per questo definita gypsy-jazz). Uno stile che nacque tra le carovane degli zingari Manouche e che salì alla ribalta in gran parte del mondo. Il chitarrista Django Reinhardt ne fu l'inventore e caposcuola. Proprio con l'intenzione di omaggiare il grande chitarrista gitano, inizia l'avventura degli Zazous, che non tralasciano però una rilettura in chiave decisamente gipsy di alcuni tra i più celebri brani standard, oltre a loro composizioni originali. Betty Vezzani si unisce a loro per arricchire il progetto di brani cantati tratti dal repertorio della canzone francese dagli anni ’30 agli anni ’60. Formano il gruppo:

  • Tiziano Biscaro: chitarra manouche
  • Mattia De Medici: violino
  • Davide Palmieri: chitarra manouche
  • Andrea Cerè: contrabbasso
  • Betty Vezzani: voce