In viaggio tra Mediterraneo e Medio Oriente con i Safar Mazì

Dal Sud dell'Italia attraverso i Balcani, passando dall'Albania e dalla Grecia, per approdare in Turchia e spingersi fino alle terre dell'Iran e dell'Armenia.
Un itinerario tra Mediterraneo e Medio Oriente che ha come protagonista il quintetto multietnico dei Safar Mazì a viaggiare sulle note della musica mercoledì 19 agosto alle 15 in Contrada Selle a Selva di Progno per la rassegna LessiniaFest. Ultimo appuntamento itinerante, prima dei concerti in calendario a Bosco Chiesanuova nella nove giorni di eventi della ventunesima edizione del Film Festival della Lessinia.
«Safar», nella lingua persiana farsi, significa viaggio; «mazì» in greco vuol dire insieme.
Il progetto musicale dei Safar Mazì nasce dall'incontro tra il musicista greco Panagiotis Pateritsas con il suo bouzuki, il friulano Paolo Forte con la sua amata fisarmonica cromatica, il batterista rumeno Claudiu Alexandru Riza alle prese con le calde sonorità delle percussioni tra cui il cajon e la derbuka; e ancora l'iraniano di Teheran Fuad Ahmadvand esperto di strumenti della tradizione persiana quali il santur, il tamburo a cornice con granelli di sabbia chiamato daf e il liuto a manico lungo; infine il polistrumentista veneto, ma dalle radici pugliesi, Renato Tapino con i fiati etnici. 
In questo miscuglio di percorsi ed esperienze, si alternano ritmi incalzanti e momenti melodici. Canti, musiche, insoliti e affascinanti strumenti si fondono in un amalgama equilibrato e sorprendente: un continuo incrociarsi di strade che procedono da Occidente a Oriente, e viceversa.
Adagiata sullo scosceso costone dall’impareggiabile panorama sull’alta Val d’Illasi, la Contrada Selle è raggiungibile soltanto a piedi da diversi punti: dal bivio per Contrada Gauli (in circa un'ora di cammino), dal sentiero 251 che sale da Contrada Teldari (in circa 45 minuti), dal sentiero 285-285 che si snoda da Località Locke, Ponte del Ravaro, passando per Contrada Prusti (in circa un'ora).

All'evento è abbinata l'escursione Camminaparco nella Foresta di Giazza con ritrovo alle 10.30 nel parcheggio del Ristorante Belvedere (per ulteriori informazioni 346 6744011).
In caso di maltempo il concerto, a ingresso libero, si terrà alle 16 nel Centro ambientale di Selva di Progno.