Un'estate “Libera”........ di volare. Campi della Legalità a Erbè

campi della legalità Erbè Libera

SPI CGIL - Lega Isola della Scala - Erbè

 

Un'estate “Libera”........ di volare

Campi della Legalità

 

Il 9 giugno è ufficialmente iniziata, ad Erbè, l'estate di “Libera Terra”, presso l'azienda agricola confiscata alla mafia che costituisce un' eccellenza di come si lavora nei campi della legalità.

La campagna di Erbè è rinomata per l'ottimo riso che si coltiva, ma da qualche anno, grazie alla rete di solidarietà tra lo Spi/Cgil di Verona, l'Associazione Scout e l'Associazione Libera, studenti e anziani si incontrano e per tre settimane lavorano alla ristrutturazione degli edifici e alla potatura e manutenzione della campagna per far rivivere al sole della legalità quella parte di campagna sottratta alla mafia.

“Sarà un'esperienza che arricchisce i giovani di nuovi saperi", dice Giuseppe..... gestore della base e capo scout “perché torneranno a casa con una maggiore capacità manuale, con una maggiore conoscenza dei fenomeni economici e sociali dei più perversi nella storia d'Italia, ma anche perché tutto questo sarà loro trasmesso grazie ad un rapporto intergenerazionale, voluto e specificatamente perseguito dallo Spi".

“Lo Spi-Cgil ritiene fondamentale contribuire alla crescita della cultura della legalità attraverso la formazione di nuove consapevolezze stimolate, anche, da relazioni interpersonali che esperienze come queste favoriscono” conferma Giuseppe Di Girolamo, Segretario Provinciale dello Spi di Verona.

Siamo in tanti nella sala per l'apertura di questa nuova esperienza, Paolo Piva del coordinamento di Libera Verona, ritiene fondamentale dare il giusto risalto mediatico all'iniziativa, perché il messaggio lanciato è l'importante da un punto di vista socio-politico. Iacopo, responsabile della rete provinciale, e Tommi, responsabile della rete regionale degli studenti, si sono profusi presso i coetanei per la sensibilizzazione alla causa dei e per favorirne la partecipazione attiva all'iniziativa.

In chiusura una donna fa una promessa ”saranno tante ancora le parole che racconteranno i fatti” .

 

Buon lavoro a tutti/e

Anna Rita Fazzitta

SPI CGIL Legnago