Troppo giovani per essere madri. Troppo giovani per sposarsi

 "Avevo 14 anni ... Non sapevo cosa stesse succedendo, ho festeggiato come tutti gli altri. Quel giorno ho capito che festeggiavamo il mio matrimonio e che avrei dovuto raggiungere mio marito...”

Oggi, 30 ottobre 2013, viene presentato in contemporanea mondiale il Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo 2013 dell’UNFPA (Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione) “Madri bambine: affrontare il dramma delle gravidanze tra adolescenti”.
In Italia sarà lanciato da AIDOS, Associazione italiana donne per lo sviluppo, che ne cura l’edizione italiana, alle ore 11.00 presso la Sala Stampa Estera di Roma a Via dell’Umiltà 83/C.

Il Rapporto mette in evidenza le principali sfide poste dal fenomeno della gravidanza adolescenziale e le gravi ripercussioni sulla vita delle ragazze, sull’istruzione, la salute e le opportunità lavorative future. Indicando inoltre cosa è possibile fare per invertire questa tendenza e proteggere i diritti umani e il benessere delle ragazze.
Ogni giorno, 20.000 ragazze sotto i 18 anni partoriscono nei Paesi in via di sviluppo. Tante hanno meno di 14 anni. Accade anche nei paesi sviluppati, ma su scala molto ridotta.
Le giovani sotto i 15 anni che partoriscono sono 2 milioni su un totale di 7,3 milioni di madri adolescenti; se le tendenze attuali proseguiranno, il numero di nascite da ragazze sotto i 15 anni potrebbe salire a 3 milioni l’anno nel 2030.

Lancio del Rapporto UNFPA
Lo stato della popolazione nel mondo 2013

Sala Stampa Estera
Via dell’Umiltà 83/c, Roma
30 ottobre 2013 ore 11.00

Ne discutono:
Lapo Pistelli, Vice Ministro Affari Esteri
Giulia Vallese, Rappresentante UNFPA in Nepal
Lia Quartapelle, Commissione Esteri, Camera dei deputati

Coordina:
Daniela Colombo,
Presidente di AIDOS, Associazione italiana donne per lo sviluppo
Contatti:  AIDOS, Serena Fiorletta, ufficiostampa@aidos.it, tel. 066873214/1