Tocatì: il programma di oggi

TOCATÌ
Festival Internazionale dei Giochi in Strada  (Tòca-a-tì: dalla voce dialettale veronese che vuol dire “tocca a te”)
XIV Edizione
15. 16 .17.18 Settembre 2016
Verona – Centro Storico

La quattordicesima edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada (15, 16, 17, 18 settembre 2016), organizzato da Associazione Giochi Antichi in collaborazione con il Comune di Verona – Area Cultura, ha come ospite quattro province della Cina (Beijing, Guizhou, Shanxi e Shenzhen). Tocatì è un’occasione unica per scoprire le ricchezze del patrimonio immateriale della tradizione cinese e italiana, messe a confronto per creare ponti interculturali e per offrire a tutti l’occasione di scoprire come le tradizioni del passato si conservano e si rinnovano nel vivere sociale (e infatti gioco, riti, danza, canto e saperi artigianali sono categorie di attività che l’Unesco riconosce come parte del Patrimonio Immateriale indicato nella Convenzione di Parigi del 2003).
Nei giorni di sabato 17 e domenica 18 settembre circa 40 giochi tradizionali cinesi e italiani vengono sapientemente posizionati gli uni accanto agli altri per facilitare le riflessioni del pubblico, che viene anche invitato a intervenire dai giocatori, pronti a condividere antichi gesti ludici e a raccontare abitudini e storia del loro Territorio (vedi sito www.tocati.it per i 40 giochi).
Sul palcoscenico di piazza dei Signori trasformata in Piazza Cina, da venerdì 16 si alternano gruppi cinesi di musica e danza, tra cui Kam Grand Choirs Cicada Song, una performance corale canora che trae ispirazione dai suoni della natura, tipica della popolazione Dong del Guizhou, inserita dal 2009 nella Lista UNESCO. Sul palco in Lungadige San Giorgio a partire da giovedì 16 sera si avvicendano i gruppi musicali italiani.

Nella ex chiesa di San Giorgetto e San Pietro Martire apre il 16 settembre la mostra Il colorato Guizhou. Un immenso parco montano. Fotografie e stampe artistiche rappresentano montagne, caverne, fiumi, valli e rocce che caratterizzano la vasta regione carsica del Guizhou, situata nella zona sud occidentale della Cina. La mostra dà particolare evidenza alla ricchezza culturale delle numerosissime minoranze etniche che abitano questi territori, dove si praticano abitualmente svariati giochi tradizionali.
Il Festival si apre la mattina del 15 settembre con l’inaugurazione, della mostra ALFABETI consueti, inconsueti e delle fiabe, organizzata da Associazione Giochi Antichi, Goethe Zentrum-Verona e Biblioteca Civica di Verona. Propone illustrazioni sul tema dell’alfabeto tratte da libri di tutto il mondo (selezionate da Internationale Jugendbibliothek di Monaco), tavole originali del libro italiano Alfabeto delle Fiabe di Antonella Abbatiello, con testi di Bruno Tognolini, e antiche pergamene miniate conservate nella Biblioteca Civica.
Venerdì 16 debutta la nuova produzione teatrale di Bam!Bam! Teatro Un milion- Marco Polo, che ripercorre con un’inedita chiave contemporanea le avventure del celebre viaggiatore. Italia e Cina sono al centro anche di una ricca selezione di documentari sul tema ludico proposti da BFF - Vicini al ponte, proiettati alla sera sui grandi schermi in riva all’Adige nel suggestivo Porto della Giarina.

Numerosi personaggi del mondo della cultura contribuiscono alla riflessione su temi ludici, con convegni, conferenze e incontri con il pubblico (vedi www.tocati.it).
Nell’Auditorium del Forum della Cultura Ludica (Cortile Mercato Vecchio) si avvicendano relatori italiani e di altri Paesi del mondo sui temi del gioco e del patrimonio immateriale (vedi www.tocati.it). Il Forum offre svariate occasioni di approfondimento: dall’esposizione e vendita di libri a tema ludico, alla presenza di associazioni di gioco, di centri cultura ludica europei e di musei etnografici italiani che possiedono collezioni inerenti al gioco (grazie alla collaborazione con SIMBDEA - Società Italiana per la Museografia e i Beni Demo-Etno-Antropologici).
In varie strade della città Associazioni e istituzioni che si occupano di gioco per professione (ludoteche, ludobus, animatori, esperti di didattica museale, ecc.) intrattengono i più giovani nello “Spazio bambini”.
Il festival, che nel 2015 ha ottenuto l’importante certificazione internazionale ISO 20121 per la gestione sostenibile degli eventi, quest’anno aprirà in piazza Bra la nuova area Play Smart! L'innovazione parte dal gioco dove si possono scoprire le buone pratiche che - anche grazie alla tecnologia- rendono possibile un’organizzazione migliore e più sostenibile di risorse come energia, acqua, rifiuti, ecc. A conferma che il Tocatì si propone come un grande laboratorio e, nei quattro giorni del Festival, cerca di proporre una dimensione della città sempre più vivibile, a misura d’uomo e ...di gioco!
Infine, sul Lungadige San Giorgio, nell’area Cucine del Festival, si possono gustare vini e specialità veronesi, accanto alla Biblioteca Civica, alla Latteria Ludica –Pane burro e letture si possono gustare merende con i prodotti delle malghe della Lessinia, mentre i soci del Circolo dei Lettori leggono a turno per i bambini. All’Osteria del gioco si trovano vini della zona e menù a Chilometro zero grazie alla collaborazione dei piccoli produttori locali.

TOCATI’ – VENERDI’ 16
Si indicano qui alcuni dei principali eventi della giornata. Sul calendario giornaliero del festival, sul programma del festival e consultabile anche via web trovate l’elenco completo (vedi www.tocati.it/programma) con giochi, mostre, installazioni ed eventi di ogni genere.
Ore 8.45 - 12.00 – LABORATORI
Università degli Studi di Verona
Saperi d’Oriente
Laboratori organizzati in collaborazione con Kids University-Verona.
Il laboratorio “Leggenda dei Re Dragoni“ coinvolgerà i partecipanti in un percorso inclusivo narrativo/ludico/creativo immergendosi nel fascino della cultura cinese, al fine di promuovere l’educazione all’uguaglianza attraverso la valorizzazione delle diversità, della multiculturalità, delle diverse abilità A cura degli operatori scolastici per la disabilità dell’ULSS 20.
Il Laboratorio “Sulla Via della Seta, storie di giochi e giocatori in viaggio” vuole ricordare quell’insieme di percorsi carovanieri e rotte commerciali che congiungeva l’Asia Orientale al Vicino Oriente e al Mediterraneo: era un viavai di merci e un tessersi di relazioni. Molti giochi tradizionali, giunti fino ad oggi, ci raccontano queste storie di incontri, scambi e contaminazioni. A cura di Francesca Berti, dottoranda, Università di Tübingen, e Maria Antonietta Bergamasco, dottoranda, Università di Verona.
Ore 17.00 – CONFERENZA
Biblioteca Civica, sala Farinati
Giochi con l’alfabeto
Un incontro per entrare in una straordinaria palestra per l’immaginazione: la mostra ALFABETI consueti, inconsueti e delle fiabe. Le lettere sono gli attrezzi usati da illustratori e autori di diversi Paesi per proporre fantastici esercizi.Giochi visivi a sorpresa, ironia grafica e concettuale, pagine per raggiungere zone culturali diverse e per esplorare la profondità della fiaba, attraverso illustrazione e poesia, e inoltre pagine di pergamena, scritte e decorate a mano secoli fa straordinariamente vivaci e moderne, patrimonio della Biblioteca di Verona.
Antonella Abbatiello parlerà del percorso che l’ha condotta a sintetizzare con le sole forbici la ricchezza della sua esperienza di pittrice e illustratrice per illustrare simboli importanti per l’uomo quali quelli delle fiabe. Rappresentanti di importanti biblioteche per ragazzi – Internationale Jugendbibliothek di Monaco e Biblioteche di Roma – illustreranno gli innovativi progetti di educazione alla lettura che la mostra ALFABETI riunisce alla Biblioteca Civica in occasione di Tocatì.
Relatori: Claudia Soeffner-Internationale Jugendbibliothek, Annamaria Di Giovanni e Pino Grosso - Biblioteche di Roma, Bruno Tognolini-scrittore, Antonella Abbatiello – illustratrice, Laura Rebonato, Biblioteca Civica di Verona, Monica Monachesi, curatrice di Le immagini della Fantasia (Fondazione Zavrel di Sarmede) e della mostra Alfabeti. Introduce Lorenza Pizzinelli, giornalista. Saluto di benvenuto di Ursula Swoboda, presidente Goethe Zentrum Verona.
Ore 17.00 – OPENING MOSTRA
Chiostro della Chiesa di San Giorgio in Braida
I teatrini d’autore (FAVOLAVA’)
Le valigie delle fiabe, ideate negli anni 80 da Marco Scacchetti e realizzate grazie alla collaborazione di generosi amici artigiani e artisti, e in sostegno dell’associazione Marinamu ensemble, sono protagoniste attive della Mostra- laboratorio dei Teatrini d’autore di Favolavà. Le storie delle valigie d’autore, realizzate in collaborazione con la Galleria “Incorniciarte” e artisti veronesi, prenderanno vita grazie alle voci e alle mani di Marco, Emanuela, Peppe, Rosella e Stefania. La mostra dei “Teatrini d’autore” di FAVOLAVÀ è stata realizzata in collaborazione con la Galleria d’Arte Incorniciarte. A cura di Marco Scacchetti.
ore 18.00 – INAUGURAZIONE
da Piazza delle Erbe a Piazza Sant’Anastasia
(in caso di maltempo - Conservatorio dell’Abaco, Auditorium Montemazzi)
Sfilata di musiche e danze cinesi
La quattordicesima edizione del Tocatì sarà inaugurata ufficialmente, alla presenza delle autorità cittadine e degli organizzatori, con una cerimonia festosa in piazza Sant’Anastasia. Ad arricchire la cornice creata dal meraviglioso patrimonio storico-artistico di Verona ci saranno i colori sgargianti della Cina, Paese Ospite del 2016, rappresentata dalle comunità di Guizhou, Beijing, Shanxi e Shenzen.
Ore 18.00 – OPENING MOSTRA
Chiesa di San Giorgetto, dal 16 al 18 settembre
Il colorato Guizhou. Un immenso parco montano
E’ dedicata a una delle quattro province cinesi ospiti della XIV edizione del Tocatì, l’interessante mostra allestita nella chiesa di San Giorgetto. Fotografie e stampe artistiche rappresentano montagne, caverne, fiumi, valli e rocce che caratterizzano la vasta regione carsica del Guizhou, situata nella zona sud occidentale della Cina. La mostra dà particolare evidenza alla ricchezza culturale delle numerosissime minoranze etniche che abitano questi territori, dove si praticano abitualmente svariati giochi tradizionali. A cura del Governo della Provincia di Guizhou e IOV.
(vedi programma sul sito www.tocati.it)
Ore 18.00 - 21.00 – FORUM Internazionale della cultura Ludica
Cortile Mercato Vecchio
L’associazione Giochi Antichi dedica uno spazio per la riflessione e l’approfondimento delle tematiche legate al gioco tradizionale, vero patrimonio immateriale dell’umanità.
ore 19.00 – HAPPENING e ore 21.00 – CINEMA (a cura di Bridge Film Festival)
Porto della Giarina
Vicini al ponte
“Vicini al ponte, la pellicola che ti tocca”, è una rassegna di film, corti e lunghi, che ogni anno propone uno spaccato di vita del Paese Ospite, che al Tocatì 2016 è la Cina. Sulle scalette dei Giardini della Giardina, il team del Bridge Film Festival, propone alle 19 un happening a soprpresa, alle 21 quattro cortometraggi d’animazione Last words di Xue Yuwen ; Last Judegment di Junyi Xiao, Life Smartphone di Chenglin Xie, Io sono Bruce Lee (I Am Bruce Lee) di Pete McCormack e due documentari: I am Bruce Lee e Giallo a Milano. Visioni, sguardi, sfaccettature, che fanno parte di un tutto, di una nazione e di una cultura ricchissima, apparentemente lontana dalla nostra, ma in realtà così vicina.
Ore 21.00 - 24.00 – NOTTE CINESE
Piazza dei Signori
(in caso di pioggia Auditorium del Conservatorio)
La prima serata del Festival è all’insegna della musica e della danza. Per inaugurare la loro partecipazione in qualità di paese ospite della XIV edizione del Tocatì, le minoranze etniche di Guizhou e dei territori a sud-ovest della Cina si esibiscono nelle vie della città in balli spettacolari, come la danza del fagiano dorato, muovendosi sul ritmo delle tipiche melodie orientali, accompagnati dalla zampogna del Lusheng Field, dal liuto cinese del Dong Pipa Song, dai tamburi della Shanxi Cymbal and Drum Dance e dalle voci del Kam Grand Choirs.
Ore 21 – CACCIA AL TESORO IN BICI
Partenza da Piazza Erbe
Una caccia al tesoro, nelle vie del centro, tra rebus, prove di abilità e ricerche di oggetti nascosti. E a rendere tutto ancora più avvincente, il fatto che per spostarsi da un indizio all’altro si può usare solo la bicicletta. La Caccia al tesoro in bici è organizzato dagli Amici della Bicicletta (FIAB) di Verona.
Ore 21.00 – INCONTRI - Paolo di Paolo
Biblioteca Civica, Sala Farinati
Con Paolo Di Paolo ci si avvicina al mondo ludico di Leopardi, al quale lo scrittore ha dedicato “Giacomo il signor bambino”, edito dalla raffinata casa editrice Rrose Sélavy, con belle illustrazioni di Gianni De Conno. Si tratta di una favola ispirata a suggestioni e visioni legate alle opere del celebre poeta, godibilissima e adatta a grandi e piccini. Il libro ha un’introduzione di Mario Martone, regista de Il giovane favoloso (2014). Paolo Di Paolo, nato nel 1983, ha esordito giovanissimo come scrittore e ha vinto numerosi premi. Ha scritto testi teatrali e televisivi, e vari libri, spaziando tra generi diversi. Il romanzo Mandami tanta vita (Feltrinelli, 2013) è stato finalista al premio Strega 2013 e vincitore del Premio Salerno Libro d’Europa e del Premio Fiesole. Il suo romanzo più recente è Una storia quasi solo d’amore (Feltrinelli, 2016). Scrive sulle pagine culturali dei più importanti quotidiani e settimanali. Introduce Lorenza Pizzinelli, giornalista; interviene Lorenzo Carpané dell’Università degli Studi di Verona.
Ore 21.15 – SPETTACOLO TEATRALE
Cortile del Conservatorio Dall’Abaco
Un milion - Marco Polo
Un Milion-Marco Polo debutta stasera al festival in prima assoluta. Lo spettacolo teatrale si riallaccia alle vicende del celebre viaggiatore veneziano, lungo un tracciato dato dal Gioco dell’oca. Il testo sviluppa un’interessante relazione con le attuali migrazioni cariche di speranza e di sofferenza: due odierni Marco in viaggio verso un’Europa immaginata come il luogo dei sogni, si trovano ad attraversare numerose città e territori e ad affrontare innumerevoli difficoltà date anche dalla diffidenza di chi li accoglie. Prodotto da Bam!Bam! Teatro con la regia di Lorenzo Bassotto.
Lo spettacolo sarà successivamente replicato sabato 17 alle 18,30 e alle 21.00; domenica 18 alle 17.00.
Ore 21.30 – FESTA A BALLO
Porta Borsari
Un momento di festa e di condivisione, per stare insieme e superare i confini, geografici e culturali. Il Gruppo Danze Popolari Tamzarà di Verona, con le gighe, le manfrine, le mazurke, le quadriglie, i valzer e i sirtaki, vive il ballo come un gioco, come un modo per conoscersi divertendosi. Dal 2004 promuove balli popolari provenienti da tutto il mondo e ne sostiene la condivisione e la diffusione, con uno spirito gioioso e appassionato. Perché con la danza si esprime la propria personalità e il popolo svela la sua tradizione e i suoi valori. A cura di Tamzarà.
Ore 21.30 – SUONI LUNGO L’ADIGE – Gyps’n progress
Lungadige san Giorgio
(in caso di maltempo, Chiesa santa Maria in Chiavica)
Gyps N ́ Progress è un trio manouche di Londra formatosi nel 2014 dall’incontro tra il contrabbassista Fabio Cascio e i chitarristi Andrea Todesco ed Alexis Kraniou. Le diverse radici musicali hanno fatto sì che il progetto assumesse subito una forma insolita e un repertorio di brani originali molto gradito al pubblico come anche a venues di primo rilievo del panorama londinese (come Royal Albert Hall, The Green Note e The Half Moon, solo per citarne alcune). Attualmente la band, dopo avere rilasciato il primo disco a Febbraio 2016, sta lavorando ad un nuovo singolo che presenterà agli inizi di settembre.
RICORDIAMO CHE: - I giochi saranno praticati ogni giorno per sei ore come spettacolo per il pubblico. Chi desidera partecipare e imparare gli antichi gesti ludici verrà accolto da giocatori pronti a trasmettere con passione la loro sapienza. - Agli spettacoli si aggiungeranno vari momenti conviviali, con concerti per strada e aperitivi nelle osterie. - Un servizio speciale di imbarcazioni istituito per il Festival consentirà di visitare Verona navigando l’Adige.
INFO SUL FESTIVAL

Nato nel 2003, il Festival ha avuto subito successo. Dal 2006 viene dedicato ogni anno ad un diverso Paese che viene rappresentato da giochi, musiche, danze caratteristiche e specialità gastronomiche (2006 Spagna, 2007 Croazia, 2008 Scozia, 2009 Grecia, 2010 Svizzera, 2011 vari Paesi del mondo in occasione del congresso mondiale degli esperti di gioco ITSGA - International Traditional Sports and Games Association, 2012 tutti i Paesi Ospiti in precedenza hanno inviato una rappresentanza per celebrare il decennale del Tocatì, 2013 Ungheria, 2014 Messico, 2015 Catalunya). - Il Festival è da sempre attento a sostenibilità e ambiente ed utilizza solo energia proveniente da fonti rinnovabili. Dal 2015 ha ottenuto la certificazione internazionale ISO 20121 come evento sostenibile.
I NUMERI DEL FESTIVAL 2015

300.000 persone di pubblico presenti nei tre giorni, 500 volontari per lo staff organizzativo, 280 giocatori italiani e stranieri, 80 musicisti e danzatori italiani e stranieri, 62 relatori.
ORGANIZZATORI Tocatì è organizzato da Associazione Giochi Antichi (AGA), in collaborazione con Comune di Verona. L’Associazione Europea Sport e Giochi Tradizionali (AEJST) è partner del festival, che ha il patrocinio del MIBAC, dell’Unicef, del Touring Club Italiano, della Regione Veneto, dell’Università degli Studi di Verona. Tra gli Sponsor: Banco Popolare. La presenza della Cina è organizzata da: International Organization of Folk Art (IOV), Chinese Ethnic Culture and Art Promotion Association, Information Office of Guizhou Province, Ethnic and Religious Affairs Commission of Guizhou Province, Sports Administration of Guizhou Province, Dalian Dami Science and Technology Co. Ltd., Beijing Folk Art and Culture Promotion Center
Associazione Giochi Antichi ha l’obiettivo di difendere e valorizzare il gioco tradizionale, considerato Bene Immateriale, parte del Patrimonio dell'Umanità riconosciuto dall'Unesco (2003).

INFO
Sito web: www.tocati.it
In caso di pioggia il festival si tiene in spazi al coperto.

Biglietto: il festival è gratuito.

Disabili: è prevista un’accoglienza particolare per garantire l’accesso ad alcuni giochi.