Tifone Filippine: un’emergenza umanitaria di massa

La Caritas Diocesana veronese lancia l’appello per le popolazioni colpite chiedendo che le collette delle prossime due domeniche siano destinate all’aiuto di quella terra martoriata dal tifone Haiyan.

L’azione della rete Caritas Internationalis insieme a Caritas Filippine si è già attivata sul posto all’indomani del passaggio del tifone Haiyan che ha lasciato dietro di sé, secondo fonti Caritas, decine di migliaia di morti, feriti, dispersi, probabilmente con numeri molto superiori alle stime attuali. Il disastro si configura pertanto come “un’emergenza umanitaria di massa”, di altissimo livello per devastazione e complessità, vista l’alta densità della popolazione e la vastità del territorio colpito. Moltissime regioni interne non sono ancora state raggiunte dai soccorritori, cosa che fa pensare e rafforza la probabilità che il numero delle vittime e l’entità dei danni siano destinati a crescere.

La regione centrale delle Filippine, il gruppo di grandi isole “Visayas”, già recentemente colpita da un grave terremoto nell’isola di Bohol, è storicamente quella più a rischio sia dal punto di vista della vulnerabilità alle frequenti tempeste tropicali, sia per la scarsa qualità delle abitazioni.  Stanziati 100.000 euro da Caritas Italiana per i primi interventi.

Più di 4 milioni di persone avrebbero perso tutto, dovendo abbandonare le proprie case distrutte e rifugiandosi in ripari di fortuna. Oltre ai drammi vissuti dalla popolazione, i danni alle infrastrutture sarebbero incalcolabili: numerose frane hanno, infatti, distrutto linee elettriche e strade, manca l’acqua potabile in numerose provincie, le comunicazioni sono completamente interrotte in ampie porzioni di territorio.

Padre Edwin Gariguez, direttore di Caritas Filippine-NASSA, in contatto con le équipes delle Caritas Diocesane delle Visayas, raggiunto al telefono sul posto, ha riferito alla rete internazionale Caritas che “Haiyan è il più forte e devastante tifone che abbia mai colpito il Paese.  Caritas Filippine, col supporto della rete Caritas, sta inviando localmente ulteriori aiuti umanitari e operatori specializzati, oltre a quelli già attivi, per raggiungere le zone più gravemente colpite e più remote”. Migliaia di persone sono, infatti, già ospitate presso Istituti, Parrocchie e strutture Caritas, e ad altre 8.000 persone verranno forniti brevemente generi di prima necessità.

L’intervento si realizza a supporto di Caritas Filippine e in collaborazione con altre realtà locali, lavorando anche nella ricostruzione e nelle fasi successive. Caritas Diocesana Veronese sottolinea l'urgenza di un aiuto concreto e immediato. Tutte le info su www.caritas.vr.it

Fai una donazione : CAUSALE "EMERGENZA FILIPPINE 2013"

 - DONAZIONE DIRETTA presso la segreteria di Caritas Verona in Lungadige Matteotti 8 (orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 con orario continuato).

- CONTO CORRENTE BANCARIO intestato a  CARITAS DIOCESANA VERONESE

  • UNICREDIT Sede di Verona IBAN:  IT 10 I 02008 11770 000005616284
  • BANCA VALSABBINA S.C.p.A. IBAN: IT15R0511611703000000002285

CONTO CORRENTE POSTALE: C.C.P. 10938371

Oppure, per coloro che desiderano godere dei benefici di detrazione dalla dichiarazione dei redditi, possono inviare offerte all’ASSOCIAZIONE DI CARITA' SAN ZENO ONLUS - Verona - Lungadige - Matteotti n. 8:

  • conto corrente postale: 001006070856 - Coordinate IBAN: IT22Y0760111700001006070856
  • BANCA VALSABBINA S.C.p.A.  IBAN: IT26D051161170300000000 2340