Suicidio Cimadolmo, Scarabel M5S: “Reddito di cittadinanza subito”

Pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle, che fa seguito al dramma di Cimaldolmo, paese della provincia di Treviso, dove lo scorso 30giugno Giacomo Sanson, ragazzo di 24 anni, disoccupato, si è tolto la vita. Alla base del suicidio del giovane ci sarebbe una grave crisi depressiva, dovuta forse alle difficoltà nel trovare un'occupazione stabile.

Un giovane trevigiano si è tolto la vita giovedì in seguito all’ennesimo colloquio di lavoro sfociato in un niente di fatto.

Il consigliere regionale del M5S in commissione lavoro Simone Scarabel commenta il fatto: "Non è concepibile sentire di non avere un futuro a 24 anni. Non è degno di un paese civile. Impossibile giudicare questo gesto, ma è possibile giudicare irresponsabile una politica che non interviene.

Il Reddito di cittadinanza che proponiamo da anni come M5S serve proprio a ristabilire giustizia sociale. A ridare dignità e speranza a chi vede il buio fino ad arrivare a compiere gesti del genere. Non è assistenzialismo gratuito, chi percepisce il reddito deve presentare il proprio tempo alla società fino a quando non viene reinserito nel mondo del lavoro. Un altro aspetto che non si vuole vedere, è l’indotto economico che si rimetterebbe in moto grazie a questa manovra. Ci sono persone che non si curano più o che non fanno manutenzione all’auto o alla casa, o che non pagano le bollette.

Ogni giorno in cui viene ignorata la nostra proposta, che sia il Governo o la Regione, si contribuisce a questa ingiustizia e dovrebbero vergognarsi molto più di chi viene respinto ad un colloquio di lavoro."