Stati generali dell’agroalimentare e sostenibilità quali opportunità per Verona?

Giovedì 16 marzo alle 18:00, in Gran Guardia, il secondo appuntamento del 2017 targato Verona Network, per affrontare gli argomenti dell’agroalimentare e della sostenibilità. Temi di grande attualità non solo per la città scaligera.

L’agroalimentare e la sostenibilità nelle loro tante sfumature: queste le due tematiche al centro del secondo workshop dell’anno promosso dagli oltre 60 soggetti tra enti e aziende che costituiscono l’Associazione Verona Network.

Un convegno che si terrà giovedì 16 marzo dalle ore 18:00 alle 19:30 presso il palazzo della Gran Guardia a Verona, finalizzato a proseguire con l’impegno immateriale e morale che l’associazione nata nel 2014 in occasione di Expo Milano, si è assunta nei confronti della città e dei veronesi e  che prende forma nel documento programmatico denominato “La Carta di Verona”.

I Relatori. I lavori del workshop sull’agroalimentare e la sostenibilità saranno aperti dal saluto del sindaco di Verona Flavio Tosi e da quello dell’assessore all’agricoltura, caccia e pesca Giuseppe Pan*. L’Onorevole Gianni dal Moro interverrà in qualità di Membro della XIII Commissione Agricoltura della Camera. Sarà poi il turno di Claudio Valente, Presidente di Coldiretti Verona, una delle principali organizzazioni di imprese agricole italiane e europee. Paolo Ferrarese prenderà la parola sul tema in qualità di Presidente di Confagricoltura, organizzazione di rappresentanza e tutela dell’impresa agricola italiana. Sarà presente anche Andrea Lavagnoli, Presidente della sede veronese della Cia, Confederazione italiana agricoltori. Gianni dalla Bernardina porterà la sua esperienza in qualità di Presidente di Verona Mercato spa. Dopo le testimonianze più istituzionali, alcuni rappresentanti delle eccellenze veronesi esporranno il punto di vista più specifico delle imprese del territorio. Il Presidente del Consorzio Formaggio Monte Veronese Ezio dalla Valentina farà il punto della situazione sulle realtà produttrici del tipico formaggio di Verona. A seguire alcuni rappresentanti del settore vinicolo parleranno delle molteplici possibilità che il territorio veronese offre. Il Presidente Luigi Turco porterà il punto di vista della Cantina Valpantena. Sabrina Tedeschi parlerà in veste di Presidente delle Famiglie dell’Amarone. Come relatore durante il tavolo di lavoro sarà presente anche Olga Bussinello, Direttore del Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella.

La Carta di Verona non è un documento scritto. È un documento da scrivere, insieme, per la città che vogliamo costruire, anche e soprattutto in vista delle amministrative” spiega Matteo Scolari, presidente di Verona Network. “La logica di network che ci appartiene profondamente, non può sottrarsi alle criticità del territorio. Proprio in quanto rete territoriale abbiamo il dovere di farci aggregatori oltre che di opportunità anche di soluzioni”.

Verona Network. L’agroalimentare e la sostenibilità saranno i protagonisti di questo tavolo di discussione, ma saranno altri otto i focus che con diversi soggetti territoriali verranno portati avanti per tutto il 2017. Forte dell’esperienza riuscita nel 2016, Verona Network, il network territoriale veronese che riunisce realtà tra enti, istituzioni e aziende conferma anche per quest’anno, l’impegno a farsi promotore di occasioni di confronto in una logica propositiva per la città. Ad oggi Verona Network raccoglie 61 primari soci istituzionali e altre importanti realtà scaligere rappresentanti 3000 operatori economici e oltre 50.000 cittadini veronesi.