Speciale lavoro e diritti: la Carta dei diritti e i referendum Cgil

Inizia una serie di speciali dell'informazione che Radio Popolare Verona dedica al tema del lavoro e dei diritti. Un'occasione per approfondire le proposte CGIL relative alla Carta dei Diritti Universali e ai tre referendum sul lavoro.

Mercoledì mattino alle 8.35, dopo il giornale radio, restate sintonizzati su 104 FM per il primo appuntamento. Ospite della trasmissione sarà Michele Corso, segretario della Camera del Lavoro, di Cgil Verona.

Sono necessarie 50 000 firme per la proposta di legge d'iniziativa popolare, che propone un nuovo Statuto, al passo con il lavoro, per restituire ed estendere i diritti a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori.
15000 le firme da raccogliere per i tre referendum. Il primo si propone di cancellare i voucher, ossia i buoni per lavoro occasionale, in quanto forma di lavoro precaria. Il secondo è dedicato ai lavoratori in appalto, per garantire sempre stipendio e contributi pagati; se la loro azienda non paga deve pagare chi ha appaltato il lavoro. L'ultima firma è richiesta per cancellare le norme che permettono di licenziare senza motivo con un risarcimento di pochi euro. Chi è licenziato ingiustamente deve essere reintegrato nel suo posto di lavoro.

Nei prossimi giorni è possibile firmare presentando un documento di identità
- martedì 3 maggio al Mercato S. Massimo di Verona, dalle 9,00 alle 12,00;
- mercoledì 4 maggio nella sede CGIL Villafranca, in piazza Villafranchetta dalle 9,00 alle 12,00; a Verona a Mercato Borgo San Pancrazio dalle 9,00 alle 12,00 e, sempre a Verona, nella sede CGIL in via Settembrini 6, dalle 15,00 alle 18,00;
- giovedì 5 maggio al Mercato S. Michele Extra di Verona, dalle 9.00 alle 12.00.