Siamo in debito con la Terra: abbiamo consumato più di quanto il nostro pianeta sia in grado di produrre nell'intero anno

Da ieri (8 agosto), abbiamo utilizzato più risorse naturali di quelle che la natura può rigenerare in un anno perché abbiamo immesso più anidride carbonica nell'atmosfera di quanto gli oceani e le foreste siano in grado di assorbire e abbiamo depredato zone di pesca e  foreste più velocemente di quanto possano riprodursi e ricostituirsi. Ad affermarlo è il Global Footprint Network, un’organizzazione di ricerca internazionale.

Il giorno del sovra sfruttamento della Terra, che viene chiamato Earth Overshoot Day, nel 2015 accadde il 13 agosto, mentre nel 2000 fu a fine settembre.

Attualmente per soddisfare i nostri bisogni di risorse ecologiche avremmo bisogno di 1,6 pianeti grandi quanto la Terra. È dagli anni Settanta che abbiamo iniziato a consumare più risorse di quelle che la Terra riesce a fornirci durante l'anno. 

Occorre quindi trovare un nuovo modo di vivere sul nostro “unico” pianeta. Fortunatamente, alcuni paesi stanno raccogliendo la sfida. Per esempio il Costa Rica (Centro America) ha generato il 97 % della sua elettricità da fonti rinnovabili nel corso dei primi tre mesi del 2016, ma anche in Europa ci sono esempi positivi, come Portogallo, Germania e Gran Bretagna che quest'anno sono stati capaci di soddisfare il 100% della loro domanda di energia elettrica attraverso fonti rinnovabili, anche se solo per diversi minuti o, come nel caso del Portogallo, per diversi giorni. E l'Italia?  Il nostro Paese, fa sapere il Wwf, è in forte deficit ecologico.  È stato calcolato che se la popolazione di tutto il mondo vivesse come i cittadini italiani sarebbero necessari 2,7 pianeti come la Terra, e per continuare a mantenere questi livello di consumo avremmo bisogno di 4,3 Paesi grandi quanto l'Italia.

Per ulteriori informazioni: clicca QUI.