A San Valentino l'aperitivo letterario è erotico!

Piccolo galateo erotico per fanciulle

Se l'aperitivo letterario è nella festa di San Valentino, non potrà che essere erotico! Domenica 14 febbraio alle ore 18.30, all'Osteria La Coopera 1945 in Via Stella 40 ad Arbizzano (VR), si festeggia San Valentino (ri)leggendo Piccolo galateo erotico per fanciulle (ad uso degli istituti di educazione), un libro di aforismi erotici dello scrittore e poeta francese Pierre Louys, ovviamente sorseggiando un buon bicchiere di vino e sbecolando prelibati manicaretti.

Redatto nel 1917 e pubblicato postumo e anonimo dieci anni più tardi, l'opera si presenta essenzialmente come una parodia dei manuali di istruzione del tempo, molto seri e rigorosi. Pubblicato in Italia da ES, editore milanese da sempre disponibile sugli scaffali di Libre!, libreria ed emporio culturale a Verona (via Scrimiari 51/B).

Dalla pagina dell'evento facebook:

Certo non potevamo esimerci dal celebrare la festa dell'amore, San Valentino, in questo secondo appuntamento con gli aperitivi letterari alla Coopera 1945. Ma alla nostra maniera, con un delizioso classico della biblioteca dell'eros di ES, prestigioso editore milanese da sempre sugli scaffali di Libre Verona.

L'appuntamento sarà come sempre farcito dai nostri gustosi "sbecoli".

"Prima di Lolita le bambine si comportavano meglio? Pierre Louÿs, in queste pagine, mostra che il linguaggio e il pudore non sono valori tradizionali, e prova con alcune sue foto la decadenza generale dei costumi. In tono ironico, non si stanca di ripetere che la doppia etica, della virtù e del peccato, non esiste e che la fanciulla porta istintivamente la vergogna nelle istituzioni più sante, e santifica i propri orifizi con cure non proprio estetiche. Leggendo il piccolo galateo, si direbbe che la ninfetta, all'inizio del secolo, ne sapesse di cotte e di crude e le avesse provate tutte, portando, su un corpo esile e liscio, una parrucca di capelli bianchi. Ovviamente come Lolita in Nabokov, la bimba aveva in Louÿs un amante intelligente e molto egoista. Ogni articolo di questo galateo non provoca solo la morale corrente ma anche i tutori del codice penale." (Alberto Capotti)