Salta lo Schiaccianoci

I ballerini della Fondazione Arena hanno appeso le scarpette al chiodo, per protesta. Dopo il concerto al Teatro Filarmonico di ieri sera per sensibilizzare la cittadinanza, con un grande successo di pubblico solidale con tutti i lavoratori che rischiano un posto di lavoro, anche il corpo di ballo ha alzato la voce annullando lo Schiaccianoci al Teatro Ristori di questa sera, mercoledì 16 dicembre, lasciando il palco vuoto e dichiarando che la decisione di chiudere il loro settore è “frutto della più completa ignoranza e va combattuta perché non si può lasciare campo a chi vuole distruggere la cultura”.

La società Kpmg Advisory, che ha il compito di stilare il piano industriale per rilanciare la Fondazione, avrebbe l'intenzione di eliminare il settore del corpo di ballo come già avvenuto in altri teatri. Il sindaco Flavio Tosi avrebbe fatto sapere di essere favorevole a questo taglio.

Sono a rischio le repliche del 18 e del 19 dello Schiaccianoci, oltre a quelle del La Forza del Destino al Teatro Filarmonico, previste per il 17 e il 20 dicembre.