Sabato 14 Aprile al Cohen di via Scarsellini arriva Cesare Basile con il suo solo tour

basile

Sabato 14 Aprile 2018
CESARE BASILE solo tour
Live @ Cohen – Verona
Via Scarsellini 9, 37123 Verona

Doors ore 20,00
Inizio concerto ore 21,00
Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1116935898449150

CESARE BASILE 
A seguito della recentissima pubblicazione del nuovo video di  "Cirasa di Jinnaru" (regia di Giovanni Tomaselli)  visibile da questo link:
https://www.youtube.com/watch?v=hOhHmdIa0WA

Prosegue il tour di presentazione del nuovo album "U Fujutu su nesci chi fa ?” (urtovox 2017) nell’ ambito del quale Cesare Basile, accompagnato dalla sua chitarra e dalla sua voce, presenterà in una dimensione intima e raccolta le canzoni del suo ultimo album.

Queste le date (in continuo aggiornamento) a cura di Modernista Booking Agency

4 aprile – Cosenza – OFFEN
5 aprile - Salerno - Chiesa di Santa Maria de Lama
7 aprile – Genazzano – Saltatempo Ass. Culturale
8 aprile – San Ginesio – Teatro Leopardi San Ginesio 
10 aprile – Roma – Na cosetta 
11 aprile - Bologna - Baumhaus 25/2
13 aprile - Caramanico Terme - Cantina Majella
14 aprile – Verona – Cohen Verona 
18 aprile – Padova – Sherwood Open Live 
19 aprile – Torino – BLAH BLAH 
20 aprile – Asti – Diavolo Rosso

Cesare Basile (Catania, Sicilia 7.2.64) è senz’altro uno dei più autorevoli e innovativi autori italiani degli ultimi decenni.
Durante il corso della sua trentennale carriera è riuscito a creare un linguaggio “Blues” unico ed originale, arrivando ad utilizzare come idioma un dialetto siciliano arcaico e profondo attraverso il quale viene rappresentato l’afflizione delle umane genti e il grido di dolore di un popolo derubato della propria dignità e della propria autodeterminazione.
I temi più cari a Basile trattano storie di amore ed anarchia volte a raccontare i vinti e i miserabili, attingendo da certa musica africana la giusta ispirazione e creando un filo conduttore che lega la lingua siciliana, il dolore degli sconfitti e degli oppressi e l’Africa, da tutti considerata la culla della civiltà umana.
La Sicilia come il Delta del Missisipi e Basile come un novello Skip James o Robert Johnson.
Il tutto corroboato dalla sua irrinunciabile attitudine rock che abbraccia a piene mani la musica popolare siciliana, il folk , il blues e a modo suo il punk.
Alan Lomax avrebbe fatto carte false per incontrarlo.
L’impegno musicale non è separato da quello politico e civile, ben presente nei suoi testi, ma anche nel manifestare pubblicamente aderendo ad attività decisive quali l’occupazione del Teatro Coppola di Catania nel 2011, tutt’oggi punto di aggregazione e incontro imprescindibile per il tessuto culturale cittadino.

Negli anni Cesare Basile è stato artefice di ben 11 album che gli hanno garantito una credibilità ed un prestigio tale da portarlo ben due volte a vincere la Targa Tenco , il riconoscimento italiano più prestigioso ed ambito per la nuova musica d’autore e cantautorale 

Moltissime sono le collaborazioni internazionali che dipingono la lunga carriera di Cesare Basile.
Da John Parish , produttore artistico di suoi 3 album in italiano, a Robert Fisher dei Willard Grant Conspiracy, da Hugo Race ( Nick Cave and the Bad Seed, True Spirit) a John Bonnar (Dead Can Dance) a Stef Kamil Carlens (dEUS e Zita Swan), tutti più volte impegnati con Basile nella produzione dei suoi album e in progetti speciali come Songs With Other Strangers, Live ensamble nata dalla volontà di un gruppo di amici musicisti / songwriters. Oltre agli stessi Basile e Parish i SWOS sono anche Manuel Agnelli degli Afterhours, Hugo Race (ex Bad Seeds, ora True Spirits / Sepiatone), Marta Collica (Sepiatone), Stef Kamil Carlens (ex Deus, ora leader dei belgi Zita Swoon), Jean-Marc Butty (P.J. Harvey- Venus), Giorgia Poli (Scisma)

L’ultimo album di Basile, “U Fujutu su nesci chi fa”, pubblicato da Urtovox a febbraio 2017 e candidato alle Targhe Tenco 2017, è un mantra mediterraneo narrato in lingua siciliana, fatto di blues, di rock e di musica africana, di brani ipnotici spesso basati su uno solo accordo, di polifonie vocali e di controcanti femminili, di ossessive poliritmie percussive.