Romeo e Giulietta: la dodicesima notte

Il Romeo e Giulietta, che William Shakespeare scrisse probabilmente nel 1594, ritorna per la dodicesima volta sul palcoscenico del Teatro romano.
La prima rappresentazione del dramma, con la regia di Renato Simoni e Giorgio Strehler, segnò la nascita dell'Estate teatrale veronese proprio nel 1948. Da allora si sono succeduti diversi allestimenti firmati da registi altrettanto celebri (Luigi Squarzina, Franco Enriquez, Franco Zeffirelli, Enrico D'Amato, Orazio Costa Giovangigli, Michael Attenborough...), che hanno intrecciato ancora più saldamente il destino di Verona all'opera di Shakespeare.

Misurarsi oggi con uno dei drammi shakespeariani più noti e più “manipolati” è impresa già di per sé coraggiosa. Il regista Andrea Baracco, con Khora.teatro, riesce a proporre una rilettura contemporanea che, pur con qualche esuberanza, risulta di qualità.
Nel cast eccellente l'interpretazione di Lucia Lavia nella parte di una Giulietta appassionata e saggia adolescente, di Antonio Folletto vivace Romeo che trasforma tutto il teatro in spazio scenico, correndo e recitando in gradinata e in platea, e di Alessandro Preziosi, ambiguo Mercuzio che evidenzia le sfumature licenziose del personaggio.

Le scene di Marta Crisolini Malatesta, giocano su due parallelepipedi contrapposti come contrapposte sono le due famiglie rivali di Montecchi e Capuleti, le pareti trasparenti a loro volta sembrano permettere una compenetrazione, quella risoluzione del conflitto che almeno all'inizio del dramma sembra possibile.
I costumi di Irene Monti, sobri ed eleganti, con la loro compostezza bilanciano le intemperanze artistiche dell'allestimento.

Con la prima nazionale di Romeo e Giulietta di Andrea Baracco, in scena fino al 23 luglio,  si conclude il calendario di prosa dell'Estate teatrale al Teatro romano: seguiranno i due spettacoli di danza, Opus cactus dei Momix e il Romeo e Giulietta della coreografa francese Joelle Bouvier.
Inoltre dall'8 al 15 agosto, il cartellone si arricchirà della rassegna Lost in Shakespeare: nove capolavori del cinema ispirati alle opere di William Shakespeare da gustare sempre al Romano.

Roberta Camerlengo

ph Nicoletta Ferrari-Dismappa