Ritorna il cinema africano

È tempo di primavera al Festival di Cinema Africano tutto l’anno. Una primavera che profuma di Tunisia, Paese ospite dei due appuntamenti in programma domenica 9 aprile presso il Cinema Teatro Santa Teresa, alle ore 21. Ad aprire la serata sarà la prima visione italiana del cortometraggio Ghassra, in cui si susseguono diverse gag che vedono come sfortunato protagonista un tassista arabo che ha urgente bisogno di urinare. L’uomo decide di recarsi dietro un albero ma ciò gli viene impedito da una serie di personaggi folli, tra cui un candidato alle elezioni, un tifoso di calcio, un estremista islamico e un poliziotto.

A seguire, il lungometraggio Parfum de printemps in cui si narra la storia di Aziz, soprannominato Zizou, giovane laureato senza lavoro, che lascia il suo villaggio al confine del Sahara per andare a Tunisi, in cerca di un’occupazione. Il ragazzo diventa installatore di antenne paraboliche sui tetti delle case e, sempre conservando il suo originario candore, entra in contatto con tutte le condizioni sociali: dalle più ricche alle più povere, dai sostenitori del regime dispotico fino agli oppositori islamisti clandestini.

Un giorno, mentre lavora sulle terrazze del bellissimo villaggio di Sidi Bou Said, vede e si innamora perdutamente di una ragazza che sembra legata a un gruppo mafioso vicino al regime. Da questo momento, il suo sogno è quello di liberarla. Questo riscatto d’amore diventa la sua ragione di vita, e va incontro inconsapevolmente alla marea della rivoluzione che sta per scoppiare in Tunisia. Con la sua goffaggine e la sua ingenuità, Zizou si imbatte in centinaia di avventure che finiscono per trasformarlo in un eroe per caso!

Due parole sui registi della serata: Jamil Najjar, regista di Ghassra, è nato il 10 agosto 1980 a La Goulette in Tunisia. Nel 2000 ha conseguito il  diploma all’Istituto d’Arte e Multimedialità di Manouba. Nel 2003 ha realizzato il suo primo cortometraggio, Offside per il quale ha vinto il Premio della Giuria dell’Amateur Film Festival di Kelibia . Ghassra è il suo secondo cortometraggio.

Férid Boughedir (1944), autore di Parfum de printemps, è un regista e sceneggiatore tunisino. Dal 1983 ha diretto cinque lungometraggi. Il suo Caméra d'Afrique è stato selezionato alla sezione ufficiale del Festival di Cannes del 1983. Nel 1996, Un été à La Goulette è entrato nella selezione del 46° Festival Internazionale del Cinema di Berlino. E’ stato membro di giurie di festival internazionali, tra cui quelli di Cannes, Berlino e Venezia. Critico e autore di numerose pubblicazioni, è stato delegato generale e poi direttore delle Giornate Cinematografiche di Cartagine.