Riparte il treno delle OFV

E’ molto probabile che domani si sblocchi la situazione delle Officine Ferroviarie Veronesi (OFV). Domani pomeriggio è infatti previsto un incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) ed in quella sede dovrebbe essere firmato l’accordo per la cessione di OFV ad una delle due aziende che si sono dimostrate interessate, la francese Alstom e l’indiana Ruia. Sembra dunque arrivare a termine il lungo e certosino lavoro compiuto da tutti i soggetti interessati, sindacati in primis. L’accordo arriva a ridosso di una data importante. Il prossimo 27 maggio scade la cassa integrazione ed in assenza di un accordo di vendita il commissario sarebbe costretto a mettere in liquidazione l’azienda.
Le OFV, parte del Gruppo Biasi, sono parte importante del sistema industriale veronese, un’eccellenza che Verona ha rischiato più volte di perdere. Le Officine Ferroviarie Veronesi sono in Amministrazione Straordinaria dal 2014 e negli anni hanno visto forti mobilitazioni e presidio permanente dei lavoratori. Ora, forse la svolta positiva.

Agostino Mondin