ReGeneration: Lavoro, immigrazione, ambiente. Il paradigma è cambiato

Le sfide del presente al convegno di ReGeneration

Il paradigma attuale è in continua evoluzione. Da questa consapevolezza è partito il convegno “START: Generazione di idee”, che si è tenuto sabato 19 novembre presso il Teatro alle Stimate. Il dibattito, organizzato da ReGeneration con il sostegno di Allegrini Estates e Big Ben School, ha visto intervenire, nella modalità di sei talks della durata di 15 minuti, Matteo Danieli, Co-Founder Bending Spoons, startup da milioni di download, Alberto Magnani, giornalista de Il Sole 24 ORE, Gabriele Silva, Head of recruiting Pirelli, Michele Righetti, direttore casa accoglienza “Il Samaritano”, Alessandra Liverani, sostituto procuratore presso il Tribunale di Trento e Rolando Curzi, insegnante e membro della Comunità di Sant'Egidio.

Flessibilità, formazione di competenze e personal branding. Queste le parole chiave richiamate dai tre relatori che hanno concentrato il loro speech sul tema del lavoro e dell’occupazione.

“Il mito del posto fisso deve essere sostituito dalla consapevolezza che il lavoro è un percorso”. Così Matteo Danieli, co-founder della startup di successo Bending Spoons (60 app realizzate e 40 milioni di download) che ha spiegato come il rischio d’impresa nella sua realtà aziendale sia condiviso interamente con i 30 dipendenti che sono coinvolti anche nel lato business. Gabriele Silva, Head of Recruiting di Pirelli, che per il gruppo si occupa di strategia di talent acquisition, ha insistito sulla formazione di skills e sulla flessibilità. Alberto Magnani, giornalista che scrive per Il Sole 24 ORE di occupazione giovanile, innovazione e mercato del lavoro, ha, invece, spiegato le prospettive professionali under 35 nel nostro Paese, dove il  tasso di disoccupazione giovanile raggiunge il 40%, e la fuga verso l’estero diventa sempre più un “balsamo generazionale”.

Sono stati 27.745 gli ecoreati perseguiti nel 2015 in Italia (fonte: Legambiente). Alessandra Liverani, sostituto procuratore del Tribunale di Trento, che in passato si è occupata di reati ambientali per le zone del Trentino, del nord e del centro Italia nel suo speech ha chiarito l’urgenza di portare sotto i riflettori la legalità ambientale, come in parte si sta facendo con la legge 68/2015 sui delitti contro l’ambiente, anche se in termini di pene e di prescrizione molto rimane da fare.

Corridoi umanitari come unica e prioritaria soluzione alle tragedie legate al fenomeno dell’immigrazione. Il progetto pilota che, dal febbraio 2016, ha permesso a 400 richiedenti asilo siriani e iracheni di arrivare in Italia dal Libano utilizzando una via sicura, è stato al centro dello speech di Rolando Curzi insegnante e membro della Comunità di Sant’Egidio.

Michele Righetti, direttore della Casa di Accoglienza “Il Samaritano”, ha parlato, invece, di povertà urbana e di inclusione sociale, a fronte anche del Rapporto Caritas 2016 che ha evidenziato l’estensione della povertà assoluta a nuove fasce di popolazione nel corso degli ultimi anni e a nuove macroaree territoriali: nel Nord, ad esempio, si passa dal 2,6% del 2007 al 6,7% del 2015.

ReGeneration è un'associazione veronese nata formalmente lo scorso 28 ottobre. Tra gli obiettivi della realtà, che riunisce oltre venti ragazzi veronesi, quello di creare occasioni di confronto in merito alle sfide del nostro presente. Con questo primo incontro, ReGeneration ha dato il via al primo network a Verona composto interamente da giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni.