Prossimi eventi al Cohen, zona San Zeno - Verona

cohenverona

Cohen presenta:

Giovedì 18 gennaio 2018 ore 21.30
Cohen Jazz Club: The Storytellers
The Storytellers
Paolo Bacchetta (chitarra)
Zeno de Rossi (batteria)
Giulio Stermieri (hammond)
Nell’aprile del 2017, l’etichetta indipendente Auand promuove una settimana di residenza musicale con tutti i suoi musicisti. In occasione dell’evento si formano gruppi e collaborazioni per animare i giorni dell’evento. In seno a tale iniziativa nasce il trio The Storytellers, dichiaratamente ispirato alla musica di Paul Motian. In tre giorni di prove il gruppo nasce e cresce fino ad un concerto in cui le musiche dello scomparso batterista americano si mescolano con i pezzi originali proposti per l’occasione. L’improvvisazione è, come è ovvio, il centro dell’azione musicale ma le composizioni creano ambienti ogni volta mutevoli. La musica si colora di sfumature rock, folk e jazz ma la radice comune ai tre musicisti è sempre evidente e si concretizza in un’energia che sostiene con forza tutte le performance.
Ingressi:
cena + concerto 15€
solo concerto 10€ con consumazione
Prenotazione tavoli: disponibili

Venerdì 19 gennaio 2018 ore 21.30
Thom Chacon (Folk- Rock U.S.A.)
Thom Chacon è uno dei più interessanti cantautori della nuova generazione americana. Musicalmente è figlio di Bob Dylan, Townes Van Zandt e Bruce Springsteen ma la sua storia e i suoi vissuti gli hanno permesso di elaborare uno stile personale che potremmo definire “cantautore di frontiera”. La frontiera è quella tra gli Stati Uniti e il Messico, tra il futuro e la memoria, la speranza e le radici. Un tema che ha ispirato da sempre grandi artisti come i registi John Ford e Orson Wells e lo scrittore Cormac McCarthy. La frontiera è stata cantata anche dai grandi songwriter americani come Joe Ely, Tom Russell e lo stesso Bob Dylan nello splendido disco Desire da cui è tratta Avventura a Durango resa celebre in Italia anche dalla versione di Fabrizio De Andrè. Il nuovo disco di Thom Chacon è intitolato Blood in the Usa e si apre con queste parole: “Sono un immigrato messicano, ho lasciato moglie e figli a El Charro, raccolto l’uva di San Joaquin. Dormo per terra e mi lavo nei ruscelli, cammino nell’ombra ovunque io vada. Sono un immigrato messicano, sono morto di fame nel deserto, ho attraversato il Rio Grande con solo i vestiti che avevo addosso e una fede nuziale. Mi hanno preso a Chula Vista e mi hanno bastonato come un cane. Ho sentito che potrebbero approvare una legge per tenerci qui, un giorno. Credo in questa terra d’oro e speranza. Sono un immigrato messicano”.     
Thom Chacon - chitarra e voce e  Paolo Ercoli - dobro     
Ingressi:
cena + concerto 15€
solo concerto 10€ con consumazione
Prenotazione tavoli: disponibili

Sabato 20 gennaio 2018 ore 21.30
Cesare Carugi feat. Leo Ceccanti
Cresciuto ascoltando i grandi miti della musica americana, Cesare Carugi ha sempre cercato di essere dentro e fuori dal tempo nel proprio sound, cercando l’ispirazione ma con la volontà di avere un proprio concetto artistico. Dopo anni di gavetta, la svolta arriva nel 2010 con l’EP “homemade” di 6 brani OPEN 24 HRS, in cui – oltre ad alcuni suoi brani – rileggeva anche “Open All Night” di Bruce Springsteen. Nella sua carriera musicale, Cesare ha collaborato e diviso il palco con artisti quali Michael McDermott, Midge Ure, Vinicio Capossela, Rachael Yamagata, The White Buffalo, Grayson Capps, Carrie Rodriguez, Riccardo Maffoni, Willie Nile, Paolo Bonfanti, Hollis Brown, Matthew Ryan, Israel Nash, US Rails, Bocephus King, Dirk Hamilton, Jackson Taylor, Mary Cutrufello, Jesse Malin e tanti altri. "Ha imparato bene l'arte del songwriting dai maestri. Arrangia, canta e suona come se fosse nato a Nashville" (Roots Time, Belgio)
Ingressi:
cena + concerto 15€
solo concerto 10€ con consumazione
Prenotazione tavoli: disponibili

Domenica 21 gennaio 2018 ore 19:00

Elena Bruk & Riccardo Barbesi - Swing

Elena Bruk: Nata e cresciuta in Russia ha conseguito le lauree in pianoforte e musicologia a pieni voti. Successivamente ha insegnato l’armonia e contrappunto alla scuola superiore alla facoltà jazz nella sua città natale, partecipando in vari festival e vincendo vari concorsi. Ha pubblicato le proprie ricerche sulla musica americana ed europea nelle prestigiose riviste musicologiche. Trasferitasi da un po’ di tempo a Verona, insegna pianoforte, partecipa in varie manifestazioni musicali ed artistiche. Ultimamente è impegnata nel l’ambito di arrangiamenti, composizione e collaborazione con diverse formazioni di prestigio sia in Italia che all’estero tra i quali:
- big band jazz set,
- small band SWING OUT BROTHERS,
- il quartetto jazz guidata da lei stessa al pian forte e tanti altri
- il duo femminile DISMOLL con cantante Rossana D’Auria
- Il duo con sax tenore Riccardo Barbesi
Riccardo Barbesi, saxofonista da anni attivo sulla scena jazz veronese, ha militato in quasi tutte le big bands di quest'area, tra cui la Big Band Ritmo-sinfonica, la University big band, Malintesa concert band, Swing out brothers. Ama esibirsi anche come solista in piccoli complessi di carattere swing e bebop, oppure a fianco e in collaborazione con cantanti, come la vocalist americana Rhonda Moore.Da due anni collabora con la pianista e cantante Elena Bruk, partecipando alla registrazione del suo disco "Made in Italy".        
Ingressi:
Ingresso libero
Inizio concerto ore 19.00

Cohen
Via Scarsellini 9, 37123 Verona
https://www.facebook.com/cohenverona/