Presentazione di “No pasta no show” di Claudio Trotta e “Endrigo, mio padre” di Caudia Endrigo. Questa settimana presso la Feltrinelli di via Quattro Spade

endrigo

“No pasta no show” di Claudio Trotta
la Feltrinelli, via Quattro Spade, 2 – Verona
Mercoledì 15 novembre, ore 18.00

Non una classica presentazione ma una serata di parole e musica tra amici, condotta da Enrico de Angelis per festeggiare l’uscita del libro di Claudio Trotta “No pasta no show. I miei 40 anni di musica dal vivo in Italia” (Mondadori Electa). 

L’attore Corrado Gambi leggerà alcune pagine del libro
Ospiti dal vivo i Seta con brani originali e cover ispirate al libro
Al termine dell'evento, brindisi con l'autore a cura della cantina Bortolin di Valdobbiadene

Il 16 luglio 2016 Springsteen ha suonato al Circo Massimo, ultima tappa italiana del The River Tour. Verso la fine del concerto, Bruce rende omaggio a “this incredible location” nella quale lui e la E Street Band si sono trovati a suonare e ringrazia “our great promoter, who brought us here”. Dal pubblico si levano applausi e gridolini, Bruce sorride ed esclama “He has his fans, yes!”. Il great promoter in questione è Claudio Trotta e sì, è vero che ha i suoi fan, perché Trotta non è il classico promoter, è qualcosa di più. Produttore di spettacoli dal vivo tra i più importanti e stimati a livello internazionale, in quarant'anni di carriera e di vita on the road, il fondatore di Barley Arts ha contribuito a promuovere e a far conoscere in Italia stelle di prim'ordine della scena musicale internazionale, organizzando più di quindicimila eventi: concerti, spettacoli dal vivo, festival. La sua autobiografia No Pasta No Show è la storia di 40 anni di musica dal vivo in Italia: una galleria di personaggi indimenticabili e delle loro storie, raccontate dal backstage. Ed è anche l'affresco di un'epoca, di un pezzo di storia italiana illuminato dall’affascinante prospettiva della musica live come partecipazione e progetto culturale. Ma è soprattutto il racconto di una passione intramontabile, una dichiarazione d'amore nei confronti della musica. Un amore che Claudio Trotta non ha mai smesso di rinnovare e che ancora una volta, come ha fatto negli ultimi 40 anni, vuole condividere con gli altri.

“Endrigo, mio padre” di Caudia Endrigo
Venerdì 17 novembre – ore 18.30 
la Feltrinelli Libri e Musica - via Quattro Spade, 2

Claudia Endrigo è ospite in occasione dell'uscita del volume Sergio Endrigo mio padre. Artista per caso (Feltrinelli). Un viaggio unico, a volte doloroso ma bellissimo nella storia di un grande artista della musica italiana. Interviene il giornalista Enrico de Angelis. Interventi musicali a cura di Ilaria Peretti Alberto Misuri.

Nessuna figlia accetta di credere che il proprio padre sia stato un uomo triste. Questa storia inizia così, dal bisogno di capire quali erano i suoi pensieri, i suoi ricordi, di scoprire che cosa c’era davvero nell’animo di un padre che scriveva canzoni struggenti e che, a sentire chi l'ha conosciuto, aveva un viso sempre malinconico. Un padre famoso che, forse, non si è mai fatto conoscere fino in fondo. Un padre che oggi non c’è più. Ma di Sergio Endrigo rimangono i luoghi e le persone e, soprattutto, rimane la memoria di Claudia, che vuole raccontare la vita di un uomo che ha segnato la musica italiana. Quella bambina che nuotava con il padre nel mare di Pantelleria oggi è cresciuta e racconta una storia intima, delicata e utentica mostrando che Sergio Endrigo non si può ridurre a uno stereotipo, che le note dolenti e meravigliose di “Canzone per te” e il volto corrugato di mille fotografie non bastano a fare di un padre amatissimo una maschera infelice.