Piccoli Idioti Crescono

Nei giorni scorsi, alla vigilia della fine dell’anno scolastico, sulla bacheca virtuale di facebook del liceo scientifico di S. Floriano sono state postate scritte razziste. Gli autori sarebbero stati identificati e le scritte tolte.
I due autori sarebbero ragazzi di quinta ed uno di loro non sarebbe nuovo a goliardate. Il gesto non pare riconducibile ad appartenenze ideologiche o partitiche ma rimane un gesto grave e come tale deve essere trattato.
E’ l’ennesima storia di “normale” razzismo che siamo abituati ad ascoltare e leggere ogni giorno ma non vogliamo che passi inosservata.

Qui siamo all’interno di una scuola, un liceo, una di quelle realtà educative che dovrebbero contribuire a  costruire la classe politica del futuro. Classe che noi desideriamo e pretendiamo migliore di quella che ha banchettato negli ultimi decenni. Per questo motivo abbiamo deciso che la cosa non dovesse passare sotto silenzio. Al corpo insegnante, al preside dell’istituto noi chiediamo una dura condanna di tale gesto. Insomma chiediamo una reazione che faccia capire a questi ragazzini che ci sono limiti che non si possono oltrepassare. Invalicabili. Parliamo di quelli che si riferiscono al rispetto della persona, della sua dignità e dei suoi diritti/doveri indipendentemente dal colore della pelle.

Se una scuola, un liceo, non riesce a far capire questo può chiudere subito perché non serve, è inutile.

Preside noi ci attendiamo da lei una risposta chiara e decisa contro questo episodio. I genitori dei ragazzi potranno (sigh!) schierarsi a difesa dei propri figli ma lei è un  educatore. Non ci deluda.