Patagonia Rebelde: storie di vento e solitudine

Venerdì 19 febbraio alle 15,30 presso il centro civico Nicola Tommasoli in via Perini 7-B.go Santa Croce-Verona  l’Università itinerante Auser di B.go Ve (Vr) e il Collettivo CulturaleTambien presentano l'incontro Patagonia Rebelde: storie di vento e solitudine a cura di Giambattista Polo.

La Patagonia si può definire un maestoso scenario della terra situata all’estremo sud del pianeta, dove si intrecciano nitidi i fantasiosi racconti di Antonio Pigafetta al seguito della spedizione di Magellano, le storie di Butch Cassidy e di Sundance Kid raccontate dall’estetizzante Bruce Chatwin, gli scali di Santa Cruz di Saint Exupéry, l’autore del “Piccolo principe”, la pagina aperta sugli effetti di un’onda espansiva che 150 milioni di anni fa si abbatté sulle colossali piante di araucaria che oggi costituiscono il mistero della foresta pietrificata.

E’ anche la terra dell’epopea della Patagonia rebelde (ribelle), quando, all’inizio del secolo scorso, immigrati dall’Europa e dall’Italia, peones e gauchos dalla pelle tagliata dal vento fecero un lungo sciopero insurrezionale per rivendicare condizioni di lavoro più umane nei porti  e nelle fazendas, sciopero stroncato nel sangue dal tenente colonnello Varela.

Non è dunque la narrazione di un viaggio, ma della Patagonia e dei suoi protagonisti, sullo sfondo di un paesaggio incredibile dove il vento non cessa mai di soffiare.

L'Università itinerante/AUSER di Verona per la zona di Borgo Venezia, per l'anno accademico 2015- 2016 propone  un ricco calendario di iniziative coordinate dal Collettivo Culturale Tambien.
Gli incontri si svolgono nei pomeriggi di venerdì dalle 15,30 alle 17,30 presso il Centro Civico Nicola Tommasoli in Via Perini 7, Borgo Santa Croce.