Paolo Jannacci & band @Vr Folk 2016, 28 luglio, Sommacampagna - Live Report

 

 

 

 

 

Paolo Jannacci si presenta in splendida forma con il suo quartetto (Daniele Moretto alla tromba, Marco Ricci al basso e Stefano Bagnoli alla batteria) all'interno della rassegna Verona Folk, nella splendida cornice di Villa Venier a Sommacampagna.

Lo spettacolo ripropone il repertorio del padre Enzo ripercorrendone l'intera carriera, filtrando la canzone d'autore con il jazz, suo primo amore.

La partenza è ottima con due brani jazz suonati e scritti ottimamente dalla stesso Jannacci. Il resto dello spettacolo è dedicato appunto ai più famosi brani di Enzo Jannacci (Ci vuole orecchio, Vincenzina e la fabbrica, L'Armando, Faceva il palo nella banda dell'ortica...). Proprio qui viene fuori la ricerca musicale e l'originalità del musicista milanese che rilegge secondo la sua sensibilità la canzone d'autore scovando inediti e coinvolgenti approcci melodici e armonici. Anche se alcuni arrangiamenti non sono dei più semplici, trasformano però i brani, iniettando una nuova linfa al risultato finale, che convince senza ogni ombra di dubbio. Ciò che persuade di meno, invece, è la volontà di mimare i tic e la teatralità del padre sul palcoscenico, anche se possiamo comprendere benissimo questa scelta. Se le tracce più conosciute adottano questo trattamento sono invece le canzoni meno battute che rivelano la sensibilità personale del musicista (Io e te, Musical)

Ottimo il gruppo formato da notevoli jazzisiti.