Officina Bolivar al Latino Lovers Festival

La Libreria Gulliver, in collaborazione con il Festival Latino Lovers, presenta: Officina Bolivar (Ediciclo editore). Storie sudamericane di destini, polvere e cieli capovolti di e con Mauro Daltin.

Introduce e chiacchiera con l' autore Cinzia Inguanta di Radio Popolare Verona con letture e interventi del poeta Maurizio Mattiuzza.

L’appuntamento è lunedì 1 settembre alle 20,45 al Vallo Bastioni in Via Città di Nimes.

La presentazione è ad ingresso libero ed avrà luogo anche in caso di maltempo.

Il Sudamerica del sogno e dell’impegno civile, una terra messa a nudo tra contraddizioni e malinconie, geni e delinquenti. Mauro Daltin ci porta con sé salendo e scendendo da bus e treni, attraverso Argentina, Bolivia e Perù, raccontando ciò che vede con uno sguardo attento e appassionato. Il calcio, l’emigrazione, Perón, la carne, la guerra dell'acqua, la Cordigliera andina diventano i simboli per leggere un pezzo di mondo leggendario. Gli incontri e le facce di preti militanti, ex coltivatori di coca, minatori, bambine invisibili, emigranti friulani ci accompagnano in una dimensione sempre in bilico, come se a questa latitudine tutto si facesse attesa, una bolla pronta a scoppiare. Lungo la Panamericana, in mezzo a realtà, favole e visioni, non resta altro che tentare di cercare un po' di magica verità e pezzi di se stessi.

“Continuo a guardare fuori dal finestrino. Fotografo almeno due “Magic Bus” dimenticati in posti assurdi, in mezzo al greto di fiumi abbandonati, lontani da strade e civiltà. Se Alexander Supertramp, il protagonista di Into the Wild, non fosse andato a nord, non avesse puntato all’Alaska come meta finale del suo infinito viaggio, se al contrario si fosse diretto al sud del mondo, fino alla fine di tutto, ci sarebbe incappato di sicuro in questi bus magici dimenticati da Dio. E li avrebbe abitati, magari per un breve periodo, cacciando lama o alpaca e giocando con i bambini di qualche sperduto villaggio. O salendo in cima a qualche montagna per sedersi e stare a guardare l’orizzonte scherzare con le Ande”.

Mauro Daltin ( 1976), friulano , lavora nel mondo dell’editoria da alcuni anni. Tra le sue pubblicazioni la guida Friuli Venezia Giulia (Touring Editore), la raccolta di racconti Latitanze (Besa), il libro agenda Ciclomundi. L’agenda del viaggiatorea pedali (Ediciclo) e I piedi sul Friuli. Viaggio fra lune, borghi e storie dimenticate (Biblioteca dell’Immagine). Cura corsi di scrittura creativa legati al tema del viaggio, del reportage e della narrativa breve. È docente di scritture di viaggio al Master in Editoria dell’Università Cattolica di Milano. È l’ideatore e presidente dell’Associazione culturale Bottega Errante che organizza eventi culturali e laboratori.

Maurizio Mattiuzza è nato nei pressi di Zurigo nel 1965 e vive in Friuli dal ’76. Ha pubblicato varie raccolte di poesia ricevendo numerosi premi, tra i quali il Laurentum 2009 per poesia inedita in lingua italiana. Da diversi anni lavora come paroliere e spoken poetry performer accanto al cantautore Lino Straulino, col quale ha realizzato l’album Tiere nere (Nota, UD 2001). Suoi testi sono apparsi in diverse antologie a fianco, tra gli altri, del poeta beat Jack Hirschman e di importanti firme della canzone italiana come Elisa e Neffa.

Cinzia Inguanta è nata a Firenze , ma è veronese di adozione. Diplomata in design all’Accademia di Belle Arti Cignaroli, giornalista e blogger, collabora con il mensile Noticum, il trimestrale Totemblueart e il giornale Verona In affrontando i temi dei diritti civili e della promozione sociale della donna.
Per Radio Popolare Verona è autrice e conduttrice dei programmi, Time Out (spettacolo, arte e cultura) e Un pizzico di… (cucina)Righe Quasi Nascoste (libri). E' anche autrice di poesie, alcune delle quali sono state pubblicate nella sezione Opere Inedite sul blog dedicato alla poesia di Rainews.