Marlene Kuntz - Il onorate il vile tour 2017 – ARCI TOM Mantova 28-01-2017

Si fa di necessità virtù, per cui per gustarci un concerto dei Marlene Kuntz siamo costretti ad emigrare dalla nostra Verona sempre piu’ priva di locali adatti ai live ma con sempre più centri commerciali: è il capitalismo, bellezza! E ce ne andiamo a conoscere l’ Arci Tom di Mantova e tutti i suoi 900 metri quadri che racchiudono questo bellissimo centro giovanile polifunzionale, davvero una chicca da scoprire:

E’ da un po di tempo che i Marlene si e ci regalano compleanni importanti: dopo aver festeggiato  “Catartica” nel 2014 facendo uscire un Ep “Pansonica”e riportandolo in tour integralmente con una lunga sequenza di soldout tocca al secondo genito ”Il Vile” soffiare sulle 20 candeline! Per tutti gli appassionati un vero evento: la possibilità di riascoltare o per molti giovani fans di ascoltare per la prima volta live un pezzo fondamentale di storia del rock italiano targato 90 amato con ammirazione e rispetto anche dagli ascoltatori più intransigenti. Anche la scelta delle location risulta in linea con l’idea di festeggiare quello spirito anni 90 nei quali i nostri Marlene se ne andavano su e giù per i piccoli e medi club della penisola ponendo le basi saldissime della loro idea di essere band.

Il tour è stato voluto a gran voce da tutti i fans della band di Cuneo che tramite i social han fatto sapere a Godano e soci che si, era proprio il caso di farlo questo tour per omaggiare “Il Vile” riproponendone la scaletta e integrandola con brani tratti da “Lunga Attesa” ultimo album della band che ritrova quelle antiche atmosfere:      e allora partiamo si va!

 

I nostri salgono sul palco alle 22:45 con solita formazione a 4 con gli storici  Cristiano Godano (voce, chitarra),Riccardo Tesio (chitarra),Luca Bergia (batteria, percussioni, cori) accompagnati fin dal 2007 dal basso di Luca Saporiti.Attaccano con “La città dormitorio” tratto da “Lunga Attesa”per poi passare veloci alla prima traccia di “Il Vile”: “3 di 3”…delirio. La solita camicia attillata di Godano sarà a breve fradicia mentre il concerto prosegue con questa alternanza tra pezzi attinti dall’ultimo album e da “Il Vile”che permette di rifiatare a tratti al pubblico composto in grande misura da over 30 con venature di 40 oltre che da ventenni che spero capiranno cosa voleva dire aver la loro età al tempo dell’uscita di “Il Vile”.

La scaletta procede rapida con una“Overflash” da brividi arrivando al fulcro centrale e sacro dell’album “Ape Regina”che come sempre sprigiona tutta la veemenza del gruppo.La china di mezza via è stata ormai scavalcata e il concerto riprende questo gioco di specchi tra i due album ben rappresentata dalla grafica del tour che specchia l’immagine di copertina di “Il Vile”.Si arriva alla fine con la sontuosa esecuzione di “Il Vile”:il Vile è stato finalmente onorato,integralmente.Non preoccupatevi ragazzi,volevate colpire al cuore e conquistare il nostro stupore e ce l’avete fatta…non è stata così dura non credete?

I bis di rito cominciano con “Lunga Attesa”e finiscono con la commovente  “Nuotando Nell’Aria”.Grazie ragazzi!Di cuore!

Gionata Risegato