Manifestazione Biblioteca Vivente: richiesto un chiarimento

In data 27 settembre 2017, un gruppo di cittadine e cittadini di Verona ha inviato all'Amministrazione del Comune di Verona una richiesta di chiarimento in merito all'acquisizione delle riprese delle telecamere di sicurezza collocate intorno alla Biblioteca Civica da parte della polizia municipale durante la manifestazione di sabato 16 settembre.

Di seguito il testo della lettera:

Alla cortese attenzione
del Sig. sindaco del comune di Verona Federico Sboarina
del Presidente del Consiglio Comunale Ciro Maschio
dei Consiglieri Comunali Capigruppo
e della Giunta comunale

Egregio Signor sindaco,

           siamo un gruppo di cittadine e di cittadini che sabato 16 settembre si è riunito spontaneamente a seguito della grave e sproporzionata decisione della sua amministrazione di vietare lo svolgimento della rassegna «Biblioteca vivente» nell’ambito delle iniziative del Tocatì. Siamo venuti a conoscenza dell’acquisizione delle riprese delle telecamere di sicurezza collocate intorno alla biblioteca civica nella giornata di sabato da parte della polizia municipale. Una decisione e una conseguente azione che ci sono parse molto arbitrarie.

Chiediamo a lei pubblicamente a quale titolo e con quali finalità sia intervenuta la polizia municipale per acquisire i filmati e chi, soprattutto, abbia assunto l’iniziativa di richiederli.

Oltre a ciò le chiediamo quali siano le finalità di pubblico interesse connesse a tale decisione e come saranno gestite queste immagini, a chi saranno rese accessibili, con quale tipo di diffusione e con che tipo di cautele, che ci paiono necessarie per tutelare le persone che hanno presenziato pacificamente, senza nuocere all’ordine pubblico e senza danneggiare il patrimonio comunale. Altre persone potrebbero infine trovarsi in quelle immagini solo casualmente.
In attesa di una sua cortese risposta, le porgiamo i nostri saluti.

Un gruppo di cittadine e cittadini di Verona